RagusaTG

Quotidiano online della provincia di Ragusa.

31
ottobre 2014

22:54

Utenti online 281

Ragusa, chiude Meter

di noto

Meter, l´associazione a tutela dell´infanzia creata da don Fortunato Di Noto (nella foto), chiude la sede ragusana. La decisione è stata presa a causa dei tagli dei trasferimenti della Regione. L’associazione chiude dunque la sede ma non la propria atti vità visto che martedì prossimo si terrà un´assemblea in piazza San Giovanni.
Don  Fortunato Di Noto si è già appellato al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, perché i tagli del governo regionale ai contributi destinati all´associazione onlus, si configurerebbero «come un attacco politico al cuore di Meter».
“La politica siciliana – si legge nel comunicato diffuso da Meter – ha una grave responsabilità. La chiusura della sede da 10 anni operativa a Ragusa, è opera loro e non certamente il contrario. Una struttura non vive solo di gratuito servizio volontario, ma anche del sostegno economico, con i soldi dei siciliani onesti. L´indifferenza ed il cinismo dell´assemblea si evincono dalla seduta dell´assemblea che ha votato no a Meter e di conseguenza alla tutela dell´infanzia, in un campo delicatissimo, quale è quello costituito dalla pedofilia e dagli abusi sessuali”.
Meter ricorda di essere presente in dieci città siciliane e di aver esteso la propria operatività anche nel resto d´Italia. La presenza nel capoluogo ibleo continuerà, come testimonia la prima assemblea all´aperto convocata per i 5 giugno alle 19, a pizza San Giovanni.
Il presidente Raffaele Lombardo ha  raccolto l´appello di don Fortunato Di Noto: “Voglio rassicurare don Di Noto – ha detto il presidente – visto che ho già dato disposizione all´assessorato al Bilancio di intervenire subito, con risorse che facciano fronte alle esigenze immediate di Meter e scongiurino, così, la chiusura della sede di Ragusa. Auspico che il parlamento siciliano ripristini integralmente ed in tempi rapidi le risorse per l´associazione”.

Tagged , ,

Condividi

Rispondi