Un macellaio egiziano è stato arrestato con l’accusa di aver ucciso, fatto a pezzi e messo in vendita, presso la sua macelleria,  la carne di sua moglie  commercializzandola  come agnello a 27 euro al chilo. Un cliente ha notato che qualcosa non andava ed ha informato la polizia, le analisi sulla ‘merce’ esposta sul bancone, e  le successive indagini, hanno svelato la verità. Il macellaio ha detto di aver ucciso la moglie perchè non ubbidiva ai suoi ordini .