A Scicli ha fatto tappa sabato scorso, un evento organizzato dal “Laboratorio europa cultura”, nella prestigiosa cornice di Palazzo Busacca messa a disposizione del Presidente dell’ opera Pia Franco Migliorino. Il Palazzo è stato quindi sede di un interessantissimo dibattito sul turismo, con relatori qualificati, non ultima l’ex Assessore al Turismo Michela Stancheris e la soprintendente ai Beni Culturali Rosalba Panvini, che non hanno solo parlato ma hanno creato le basi per formare sempre più il territorio in ottica turistica.
L’incontro del Laboratorio organizzato attraverso le persone di marco Magrini e Luca il Campailla, collaborati da Marianna Buscema, ha visto la presenza del Presidente del Laboratorio Europa Cultura, il Professor Bruno Grassetti. Si è discusso di sviluppo, progetti, all’interno della dimensione del sud est . Il laboratorio Europa Cultura che ha sede wholesale jerseys china in varie parti d’Italia, da sabato, possiamo dire, ha trovato casa anche in Provincia di Ragusa con questo primo appuntamento . Il laboratorio sarà impegnato nella ricerca di nuovi modelli di valorizzazione del territorio e oakley outlet del patrimonio artistico culturale con uno sguardo attento ai fondi europei 2014- 2020 come ha wholesale nfl jerseys sottolineato il professor Grassetti “ci devono già trovare pronti, non possiamo aspettare di vedere cosa l’ Europa ci offre di poter fare, ma dobbiamo già aggregare, progettare e programmare il territorio, affinchè l’ europa ci trovi pronti nelle richieste che ci farà e che metterà a finanziamento.”
Presenti esperti in beni culturali ma anche e soprattutto promotori Cheap Ray Ban Sunglasses turistici. ” Con Federcultura abbiamo pensato a questo laboratorio sperimentale, continua Grassetti, camminando sulle direttive che arrivano dall’Europa e dalla cultura stessa. La gestione della cultura è la svolta per una ripresa che wholesale nfl jersyes sia basata sulle nostre tradizioni, sulla nostra storia, sul nostro patrimonio”. Durante il convegno si è puntato l’accento sulla cultura dell’accoglienza, un primo elemento che è già una risorsa territoriale che va valorizzata ancor prima e insieme alle nostre bellezze architettoniche e naturalmente culinarie.”. Al termine dell’incontro sono state lanciate alcune proposte concrete come una tre giorni di formazione e un incontro con Federculture che potrebbe svolgersi in territorio ibleo già a partire dal mese prossimo.