Attualità Modica

Continua la protesta con forza!

   Sicilia incandescente. Il fermo degli autotrasportatori dell’Aias e la protesta del Movimento dei Forconi stanno mettendo letteralmente in ginocchio l’Isola. Mentre i presidi sul territorio si moltiplicano, sono ormai rare le stazioni di servizio in cui sia rimasto del carburante ed i generi alimentali scarseggiano nei piccoli negozi come nella grande distribuzione. Catania, come Palermo, Messina, Agrigento, Siracusa. L’emergenza è reale. A vigilare sono le unità di crisi attivate nelle prefetture. Nel capoluogo etneo mezzi che trasportano beni di prima necessità come benzina, medicinali, derrate alimentari e attrezzature per scuole, ospedali e carceri ieri sono stati scortati dalla polizia.

Circolazione a rilento sulle principali vie di collegamento dell’Isola, anche su quelle interne. Nel solo ragusano sono oltre 300 i camion fermi lungo le strade, con particolari disagi soprattutto nell’area di Modica. Nel centro di Agrigento sono invece comparsi i trattori, a sostegno della protesta del comparto agricolo.

Domani a scendere in strada saranno anche gli studenti della scuola superiore, che organizzatisi su facebook sciopereranno in segno di solidarietà al mondo del lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.