Attualità

Scarseggiano i beni di prima necessità

Al quinto giorno di protesta degli autotrasportatori, la Sicilia è in ginocchio. Molti distributori di benzina sono chiusi perché è terminato il carburante, mentre nei supermercati scarseggiano le scorte alimentari, come acqua e latte. Autotrasportatori, agricoltori e pescatori presidiano strade rallentando la circolazione ed impedendo i rifornimenti a grandi magazzini e distributori di benzina, garantiti solo i trasporti che riguardano beni di prima necessità destinati a ospedali e carceri. Blocchi stradali sono  segnalati a macchia d’olio sulle principali strade ragusane.
E’ nato un coordinamento spontaneo “Studenti siciliani in lotta” che minaccia di occupare le scuole a partire da lunedì, se le richieste del movimento Forza d’urto non venissero accolte.
Il procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo, parlando con i giornalisti ha detto di “trovare giustificato” l’allarme infiltrazioni della criminalità organizzata nelle proteste che stanno bloccando l’Isola. Dichiarazioni simili sono state rilasciate da  Ivan Lo Bello di Confidustria Sicilia.  La risposta dei manifestanti non si è fatta attendere. Martino Morsello, uno dei leader del Movimento dei forconi che presidia  Palermo, ha annunciato l’inizio di uno sciopero della fame a causa delle “gravi dichiarazioni” del procuratore capo Messineo e del Presidente di Confindustria Sicilia Ivan Lo Bello ed invita chi  fa queste accuse a fare e di non essere omertosi di fronte alla popolazione siciliana, che è stata ridotta alla fame dalla classe politica, dalla burocrazia con la complicità dei sindacati e della grande industria”.
Dopo le denunce contro il movimento Forza d’urto, il Codacons ha istituito un comitato “Vittime dello sciopero”, presieduto dal segretario nazionale Francesco Tanasi. “Al termine del blocco – ha detto Tanasi – l’associazione avvierà azioni legali in favore di tutte le vittime dello sciopero che abbiano, a vario titolo, subito dei danni in questi giorni e che decideranno di aderire al comitato”.   Red

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.