Politica Scicli Video

Incontro appena concluso a Palermo in terza commissione con Aldo Bertolone leader ibleo del Movimento Forza d’Urto e Forconi – Video –



Palermo. Si è appena concluso il primo incontro in Terza commissione all’Ars con il leader ibleo del Movimento Forza d’urto e Forconi Aldo Bertolone. E’ stato affrontato il problema delle attività della Serit Sicilia, società di riscossione per le province siciliane che ha intensificato le attività, comprese quelle relative ai fermi amministrativi, quale misura cautelare per il pagamento dei debiti fiscali. Presente alla riunione anche il responsabile della Serit Sicilia dott. Antonio Finanze. Allo studio ci sono ipotesi di moratoria delle attività ingiuntive della Serit, almeno per quanto riguarda i tributi regionali. Così comunica l’on. Orazio Ragusa che, assieme agli altri deputati regionali iblei, aveva già incontrato sabato, nella sua segreteria politica di Scicli, i rappresentanti del movimento Forza d’Urto, e alcuni rappresentanti del mondo produttivo, per affrontare la delicatissima questione della protesta e delle gravissime ripercussioni che la stessa sta determinando sulle attività economiche siciliane. Domenica a Palermo in via straordinaria c’è stata una riunione straordinaria dell’Ars alla presenza dei rappresentanti dei manifestanti.

 “I primi risultati stanno arrivando – aggiunge Orazio Ragusa – seppure si tratta di questioni assai delicate che necessitano di un lavoro lungo e complesso”. I componenti della Terza commissione hanno, inoltre, deciso assieme al rappresentante del Movimento Aldo Bertolone, di convocare il direttore generale dell’Inps, alla presenza del Centro studi al servizio delle commissioni regionali, per individuare ipotesi di intervento riguardanti un’estensione della moratoria.

“Si tratta di atti concreti – conclude Orazio Ragusa – per fare in modo che la protesta sia, di fatto, trasferita dalle piazze all’aula del Parlamento Siciliano, per cominciare un nuovo percorso finalizzato a trasformare in azioni concrete le giuste esigenze dei manifestanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.