Cronaca Evidenza

SCIOPERO TIR: ARRESTI NEL RAGUSANO

Tre arresti in provincia di Ragusa nell’ambito dei presidi e dei blocchi degli autotrasportatori. La polizia e’ intervenuta a Comiso nei confronti dei responsabili di violenza privata e danneggiamento ai danni di un autotrasportatore e di due automobilisti che non volevano aderire alla protesta. In una prima circostanza, in manette sono finiti Francesco Tummino, 39 anni, e Antonio Cantelli, di 63. Vittima un padroncino di Gela. I due stazionavano nel presidio di contrada Dicchiara e costringevano gli automezzi a fermarsi. L’autista di un tir che inizialmente si era fermato, dopo un po’, approfittando di una distrazione, ha ripreso la marcia verso Catania. Dopo aver percorso qualche chilometro, e’ stato inseguito e bloccato tra le minacce. In quel momento e’ arivata una pattuglia della Polizia stradale di Ragusa che ha fermato i violenti. Il sostituto procuratore di Caltagirone Giulia Troina ha deciso di rinchiudere in due autotrasportatori nel carcere calatino nel carcere di Caltagirone. Stessa sorte per Giovanni Vittoria, 38 anni, per violenza privata e danneggiamento aggravato ai danni di due automobilisti. E’ accaduto nel presidio organizzato sulla strada provinciale 20 Comiso-Santa Croce, dove il malcapitato, diretto a Comiso, e’ stato costretto a fermarsi. Poi ha tentato di allontanarsi, ma anche in questo caso e’ stato inseguito e bloccato dall’arrestato e da due complici non ancora identificati: tenaglia in mano, hanno danneggito le ruote del mezzo. Vittoria ha poi squarciato le ruote di un’altra vettura. Una delle vittime e’ riuscita ad annotare parzialmente il numero di targa dell’auto del balordo consentendo alla polizia di individuarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.