Cronaca

Blocco dei Tir: Primi segnali dagli autotrasportatori

“L’immediato ripristino di almeno un treno a lunga percorrenza notturno, con destinazione Milano o Torino, secondo le indicazioni della Regione, e l’impegno a migliorare complessivamente la frequenza dei collegamenti ferroviari da e per la Sicilia, insieme all’applicazione di misure a favore dell’autotrasporto merci, sono un primo concreto risultato ottenuto grazie all’impegno del governo siciliano e all’attenzione mostrata dall’esecutivo centrale”.
Lo dice l’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità, Pier Carmelo Russo, che ieri a Palazzo Chigi ha preso parte all’incontro con il presidente del Consiglio dei ministri, Mario Monti. “Le azioni comuni con le categorie produttive – afferma Russo – potranno, nel breve, determinare significativi miglioramenti per molti settori strategici dell’economia regionale e nazionale”.
“Per il settore dell’autotrasporto – continua Russo – oltre allo stanziamento di 70 milioni di euro per l’anno 2011 a favore dell’ecobonus, in aggiunta ai 30 milioni di euro per l’anno 2010, saranno valutati in uno specifico tavolo di lavoro ulteriori incentivi per gli anni 2012/2013, previo assenso dell’Unione europea, in eventuale alternativa all’ecobonus europeo. Saranno, inoltre, messi a fuoco ed evidenziati tutti gli aspetti relativi all’applicazione dei costi per la sicurezza, al momento gravanti esclusivamente sugli autotrasportatori, valorizzandone l’importanza e responsabilizzando l’intera filiera circa la loro applicazione”.
L’assessore sottolinea che “saranno pure messe a punto più convenienti modalità di rateizzazione per il pagamento dei debiti tributari”. “Anche per il settore infrastrutturale – conclude l’assessore – sono state date importanti conferme sull’immediata disponibilità delle risorse, circa tre miliardi di euro, destinate ad opere strategiche, a cominciare dalla direttrice ferroviaria Catania-Palermo ad alta capacità, per le quali è stato posto l’accento sulla responsabilità operativa di soggetti direttamente o indirettamente dipendenti dallo Stato, piuttosto che dalla Regione, i quali dovranno adoperarsi con maggiore intensità per garantirne un immediato utilizzo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.