Salute

Crescono gli stranieri nati in Italia

Crescono con ritmo costante a partire dal 2003, le nascite in Italia di bimbi da uno o entrambi i genitori stranieri. Un indicatore pari a 5,4% nel 1999 e gia’ al 15,9% nel 2008. La quota piu’ elevata e’ quella dei nati da madre straniera. Sono i romeni la prima comunita’ per presenza (20,5%), a generare il piu’ alto numero di nati tra gli stranieri (17,2%). Al secondo posto la comunita’ marocchina con il 16,9% e quella albanese con il 12,6%. E’ uno degli aspetti analizzati dal ‘Libro Bianco 2011. La salute dei bambini’ ,presentato questa mattina all’Universita Cattolica di Roma, promosso dall’Osservatorio nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane, in collaborazione con la Societa’ Italiana di Pediatria (Sip). Le regioni del Nord sono nel 2008 quelle con la piu’ elevata incidenza di nati da almeno un genitore straniero: l’Emilia-Romagna (madre 25%; padre 21,7%), il Veneto (madre 24,4%; padre 21,6%) e la Lombardia (madre 23,2%; padre 20,6%). Al contrario, nelle regioni del Mezzogiorno la quota di nati con almeno un genitore straniero risulta non solo inferiore al dato nazionale, ma estremamente contenuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.