Attualità

Edilizia ragusana, 2 mila occupati in meno dal 2008

Duemila posti di lavoro in meno dal 2008, il quaranta per cento degli occupati in meno. Questi sono i numeri della crisi che ha colpito il comparto edile in provincia di Ragusa e  che i segretari provinciali generali della Fillea-CGIL, Paolo Aquila, della Filca-Cisl, Luca Gintili e della Feneal Niccolò Spadaccino hanno tracciato nel corso di un incontro per raccontare il mancato rinnovo del contratto provinciale di comparto con l’ Ance. Le confederazioni sindacali si preparano alla lotta: martedì 7 febbraio ci sarà un sit permanente davanti alla sede dell’Ance per la firma del contratto (6 per cento di aumento salariale, potenziamento di mensa e trasporti tra le altre cose) e il 18 febbraio hanno programmato una dimostrazione tutta virtuale dell’inaugurazione del tratto Rosolini Modica del’autostrada. La Fillea, la Filca e la Feneal hanno comunque alzato il tiro e non difetteranno di vigilanza e monitoraggio delle situazioni spronando le istituzioni sulle stazioni appaltanti sulla realizzazione di micro opere pubbliche e sulla messa in sicurezza dei cantieri utili a muovere il mercato e il settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.