Cronaca

Ferro a Monti: “Ai tavoli tecnici anche i Forconi”

 Si dicono “totalmente insoddisfatti” delle risposte arrivate dal premier Mario Monti. Per questo i Forconi non intendono mollare la presa e si preparano a invadere le piazze dei comuni siciliani. Dice Mariano Ferro: “Da domani  davanti a tutti i Municipi, o buona parte di essi, saranno presenti i nostri gazebo. Chiediamo le necessarie autorizzazioni alle autorità competenti per dare vita a un’iniziativa che andrà avanti fino a quando non saranno soddisfatta la nostra piattaforma programmatica. Intendiamo – continua Ferro – suonare la  sveglia ai 90 deputati regionali, a tutti i deputati nazionali e ai senatori, che rappresentano a Palermo e a Roma 5 milioni e mezzo di siciliani”. I politici “dovranno ricordarsi  che da questo momento sono sotto continua osservazione in funzione dei risultati che saranno capaci di conseguire per il bene della nostra terra”. Per questo, i Forconi hanno in mente anche di affiggere nei vari gazebo manifesti con nomi e cognomi “dei rappresentanti politici isolani che non hanno ‘brillato’   per impegno e operosità”.  Il Movimento invierà una lettera al presidente del Consiglio per chiedere di sedere al fianco del governo e della Regione nei diversi tavoli tecnici che, così come annunciato al termine dell’incontro a palazzo Chigi tra lo stesso premier e il governatore Lombardo, saranno aperti nei prossimi giorni. il Movimento non accetterà che a trattare ci siano anche i sindacati e le associazioni di categoria: “Sarebbe una provocazione che –  conclude l’imprenditore agricolo di Avola – non accetteremo perché noi abbiamo promosso e portato avanti la protesta. Ai tavoli dobbiamo sederci noi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.