Economia Politica

La Regione Sicilia avvia lo ‘Spending Review’

E’ nato in Sicilia il sistema di monitoraggio e razionalizzazione della spesa, l’organismo dovrà definire i fabbisogni standard dei programmi di spesa dei dipartimenti regionali. Il Comitato, formato da dirigenti e funzionari regionali, secondo l’atto d’indirizzo emanato dall’assessore, ha come campi d’indagine: funzionamento degli uffici centrali e periferici; spese per la promozione, propaganda e iniziative direttamente promosse; collegamenti marittimi; il trasporto pubblico locale; fondo unico del precariato; formazione professionale e percorsi formativi; spese per la forestazione e la difesa dell’ambiente; gestione di impianti idrici per la produzione dell’acqua dissalata; sportelli multifunzionali; attivita’ sportive; spese per parchi e riserve. “Siamo la prima Regione -ha detto Armao- che ha intrapreso una concreta azione di ‘spending review’ attraverso una apposita norma di legge. Con questo obiettivo e’ stato sottoscritto lo scorso 19 gennaio con la Scuola superiore della Pubblica amministrazione uno specifico accordo di collaborazione. Il contenimento della spesa regionale non puo’ limitarsi alle affermazioni di principio. Il governo regionale intende continuare a perseguirlo con attivita’ in grado di incidere concretamente sui criteri e sulla modalita’ di spesa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.