Attualità

ORTOPEDIA: RIUSCITA PRIMA PLASTICA MINI INVASIVA ANCA IN SICILIA

Sta bene e ha completato la fisioterapia la paziente di 19 anni affetta da una malformazione dell’anca e sottoposta all’ospedale Buccheri La Ferla Fatebenefratelli di Palermo a un intervento di “osteo plastica per impingement femoro-acetabolare”, eseguito per la prima volta in Sicilia dall’unita’ operativa di Ortopedia Protesica diretta da Angelo Leonarda. La nuova metodica, dice Leonarda che ha operato in collaborazione con Manel Ribas dell’Universita’ di Barcellona, “utilizza tecniche mini invasive appositamente studiate per rendere meno aggressivo l’intervento chirurgico, prevedendo l’asportazione parziale e il rimodellamento della testa femorale e della cavita’ acetabolare del bacino. In questo modo si e’ evitata una precoce sostituzione protesica e cioe’ la completa rimozione della testa del femore e del bacino in una paziente certamente candidata ad una precoce artrosi dell’articolazione”. L’importanza del riconoscimento precoce della patologia risiede proprio nella possibilita’ di cura. Oggi, se la diagnosi e’ effettuata in tempi brevi e l’articolazione non ancora compromessa e’ possibile migliorare la prognosi dei pazienti che con questo nuovo trattamento potranno beneficiare di una significativa riduzione dell’artrosi dell’anca ed evitare il ricorso a tecniche demolitive. (AGI) Rap/Mzu

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.