Politica Ragusa

Ragusa, Abbate chiede nuovo bando per i Fondi ex Insicem

L’espletamento del nuovo bando dei Fondi ex-Insicem dell’ azione strategica 5, in particolare quelle riguardanti la capitalizzazione, la ricapitalizzazione e il ripianamento delle passività per le aziende iblee è oggetto di un intervento del presidente dell’Unsic e consigliere provinciale, Ignazio Abbate, che chiama in causa i presidenti della Provincia e della Camera di Commercio, visto che ormai da mesi si è conclusa l’ istruttoria e la quasi totale liquidazione delle aziende che hanno partecipato al precedente bando, non potendo utilizzare i due/terzi degli otto milioni di euro a disposizione della Misura, è in crisi. “Le aziende iblee – spiega Abbate – hanno bisogno di liquidità per condurre le proprie attività, e per rilanciarle sia dal lato infrastrutturale che in quello dell’ ordinaria conduzione. È importante espletare immediatamente il bando in modo da eliminare le viziosità che hanno caratterizzato le istruttorie delle pratiche del I° Bando limitandone l’ utilizzo al punto che, delle oltre 200 istanze, solo 89 sono state ammesse a liquidazione. Come Presidente dell’ Organizzazione Agricola Unsic, ho sempre espresso pubblicamente le mie più totali perplessità sulla fariginosità del regolamento e ancor più sulla criticità di un Bando confusionario, che in modo forzato ha messo insieme tutti i comparti produttivi della nostra Provincia, anche se le esigenze e le caratteristiche dei singoli comparti facevano presagire ad una impossibile coesistenza, nonostante ciò, sono stato uno dei pochi che ha cercato di far sfruttare questa possibilità di finanziamento al maggior numero di aziende Iblee”.Nell’impossibilità di espletare in tempi brevi una rivisitazione del Vecchio Bando”. Abbate invita anche a nome delle centinaia di aziende Agricole che rappresenta, a mettere a disposizione le somme non spese anche con una riproposizione della vecchia formula, nella speranza che le aziende partecipino al Bando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.