Cronaca Evidenza

Il prefetto di Ragusa coinvolto in un grave incidente

Un grave incidente della strada in Contrada Bugilfezza a a Modica.  Ne è rimasto  coinvolto il Prefetto di Ragusa, Giovanna Cagliostro. Viaggiava con l’autovettura privata, un Suv Citroen, condotto dal marito, Giuliano Galletti. Ci sono, però, due persone politraumatizzate tra cui una donna ottantenne in gravissime condizioni, ricoverata all’Ospedale Cannizzaro di Catania. Per cause in corso di accertamento la Citroen è stata coinvolta in uno scontro con altri due mezzi, una Fiat Punto e una Lancia Delta. Tutto è avvenuto all’altezza del centro polivalente Borgo Don Chisciotte. Scattato l’allarme, sul posto sono confluite ambulanze del 118,  vigili del fuoco, polizia stradale,  Guardia di Finanza e polizia. E’ stato necessario richiedere l’intervento dell’elisoccorso che, addirittura,  è atterrato nei pressi dell’incidente e che ha provveduto a trasferire la pensionata, A.M., 79 anni, di Siracusa, che viaggiava sul sedile posteriore della Lancia all’Ospedale Garibaldi di Catania. Il prefetto, il marito e due anziani che  occupavano la Lancia,  G.A., 75 anni e A.C., 74 anni, entrambi siracusani, sono stati trasferiti in ambulanza al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore. Quest’ultima è arrivata in codice rosso ed è stata ricoverata il prognosi riservata. Poi è stata trasferita in elisoccorso in un centro traumatologico di Messina. Il rappresentante del Governo e il coniuge erano entrambi in codice giallo anche se proprio il Prefetto presentava maggiori problemi ovvero un trauma addominale e piccole fratture(prognosi trenta giorni) mentre il marito ha riportato contusioni sparse(prognosi 15 giorni). Gli occupanti la Fiat Punto, invece, padre e figlio, hanno rifiutato il ricovero e sono rimasti sul luogo dell’incidente per collaborare all’elaborazione dei rilievi effettuati dalla Polizia Stradale. La dinamica è tutta da stabilire poiché dalla posizione assunta al termine dell’evento dai tre veicoli è difficile stabilirlo. Attraverso l’escussione delle parti interessate che, chiaramente, sarà effettuata in queste ore, la Polstrada potrà ricostruire le fasi antecedenti il sinistro.  Il rappresentante del Governo in provincia, 57 anni, è di Reggio Calabria, in carriera dal 1981.  Secondo quanto ha raccontato qualche testimone, la Lancia Delta sarebbe uscita dall’incrocio di Contrada Crocevie Cava Ispica proprio mentre sopraggiungeva il Suv che era diretto a Modica e che non avrebbe potuto evitare l’impatto. La Fiat Punto, condotta da S.B., 48 anni, di Siracusa, proveniva dal senso opposto, direzione Ispica. I mezzi sono finiti contro un cancello di ferro che delimita la carreggiata opposta, direzione Modica-Pozzallo, letteralmente sradicato, mentre un pilastro è stato abbattuto.  La polizia municipale ha deviato il traffico su tragitti alternativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.