Attualità Evidenza

Confcomercio Ragusa: Accorato grido d’allarme del presidente dei fioristi Salerno: “No all’abusivismo dilagante nel settore”

No all’abusivismo dilagante nel settore. E’ il senso dell’accorato grido d’allarme lanciato dal presidente provinciale del sindacato fioristi, Giovanni Salerno, che, dopo la riconferma del mandato per i prossimi tre anni, assieme ai componenti del direttivo, ha intenzione di avviare una forte azione di sensibilizzazione e sollecitazione delle autorità di controllo competenti per evitare il protrarsi di un fenomeno che sta mettendo in ginocchio l’intero settore. “Abbiamo allo studio – prosegue Salerno – una serie di iniziative con l’obiettivo di sollecitare controlli mirati da parte dei sindaci e della Guardia di Finanza. Nonostante gli appelli lanciati più volte per favorire l’emersione da questa situazione di irregolarità, i risultati non sono stati confortanti. E allora, proprio perché è necessario che tutti rispettino le regole, abbiamo deciso di lanciare una vera e propria campagna contro l’abusivismo. La situazione di illegalità, a maggior ragione in un momento storicamente delicato come questo, non è più sopportabile per chi lavora in modo onesto e pagando tutti gli oneri fiscali e previdenziali. E’ arrivato il momento di dire basta a questa incredibile situazione che continua a protrarsi senza che nessuno si indigni e si adoperi per cercare di porre un definitivo freno alla problematica”. Sostegno totale, in proposito, arriva dal presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Sergio Magro. “Riteniamo che anche su questo versante – sottolinea – ci sia stata abbastanza tolleranza. Per cui, alla luce del ripetersi di determinate pratiche che non possono più essere giustificate, sosterremo in maniera completa e totale l’iniziativa avviata dal sindacato provinciale fioristi con particolare riferimento a tutto ciò che riguarda l’abusivismo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.