Attualità Evidenza

I FORCONI’ ALLENTANO L’ASSEDIO MA NUOVA NOTTE ALL’ARS : interviene Leanza (Mpa)

Si appresta a passare la seconda notte nei locali dell’Assemblea regionale siciliana una delegazione del movimento dei Forconi che da ieri manifesta per chiedere interventi a favore del settore agricolo e della pesca. Oggi un lungo vertice con il presidente dell’Ars Francesco Cascio, i capigruppo, alcuni assessori e i rappresentanti della societa’ di riscossione ha prodotto un’intesa di massima che ha allentato la tensione e l’assedio sul parlamento siciliano. Domani alle 10.30 e’ prevista una conferenza stampa per fare il punto della vertenza. E il leader Mariano Ferro si e’ detto pronto domani anche a bloccare le raffinerie di Priolo.

Intervento di Leanza

“Bisogna chiedere cose possibili a questo parlamento, molte di quelle che chiedono i Forconi non lo sono, presumono iniziative di carattere nazionale che non sono affrontabili in questa sede”. Lo afferma il deputato dell’Mpa Lino Leanza, che ha aggiunto: “Nel corso degli incontri di ieri e di oggi trapela da parte dei Forconi la voglia di chiedere cose che non sono realizzabili”. Parlando con i giornalisti dell’esito della riunione di stamattina in Sala Rossa Leanza ha proseguito: “Stiamo facendo tutto il possibile, Calanducci ha presentato un proposta di legge che ridimensiona i debiti nei confronti della Serit, domani incontreremo l’assessore all’Agricoltura per vedere come rimodulare il fondo comunitario a sostegno del comparto agricolo, ad oggi circa 300 milioni e l’assessore Armao ha dato piena e immediata disponibilita’ per un incontro sul Patto di stabilita’ a Roma”. Prosegue intanto la protesta del movimento sotto Palazzo dei Normanni e l’occupazione all’interno della sede dell’Ars da parte della delegazione, all’incirca 20 persone, che ieri e’ riuscita ad entrare con regolare autorizzazione per prendere parte alle riunioni con i vertici dell’Ars e che ha passato la notte nei locali della prima commissione. Il presidente dell’Ars Francesco Cascio non ha ancora rilasciato alcuna dichiarazione in merito ai contenuti degli incontri. Da ieri all’Ars sono state disposte misure di sicurezza che limitano l’accesso dei giornalisti e la libera circolazione nel palazzo.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.