Attualità Evidenza

Scicli. Ci saranno le primarie nel centrosinistra? Intervento del Pd e replica di Città Aperta.

Il centrosinistra “celebrerà” le primarie per la scelta del candidato sindaco, come previsto dalla statuto?

Ufficialmente il Pd di Scicli ha comunicato che candiderà Armando Cannata.

E’ questo in estrema sintesi il motivo del dissenso espresso da diversi gruppi ed elettori del centrosinistra che, alla notizia della candidatura di Cannata senza coinvolgere nella scelta gli elettori attraverso le primarie, hanno ritenuto non opportuno il metodo utilizzato.

Intervento di Città aperta.

In riferimento alla scomposta reazione del Segretario del Partito democratico di Scicli rispetto alla posizione  del nostro Movimento riguardo ai processi politici in atto circa le prossime consultazioni elettorali, nel ribadire punto per punto quanto in precedenza dichiarato, ritenendo del tutto inconsistenti sul piano politico le precisazioni e ricostruzioni del suddetto Segretario del Partito democratico, vogliamo rassicurarlo circa il fatto che le posizioni espresse dal nostro Movimento sono il frutto di un’attenta e fedele analisi dei comportamenti assunti dalle forze in campo nel tentativo di costruire un significativo percorso unitario delle liste e movimenti civici e delle forze politiche del cosiddetto centrosinistra.

Nonché delle palesi incoerenze e contraddizioni emerse, in particolare proprio da parte del Segretario del Partito democratico.

Invece di dedicarsi, lui si, a fomentare – anche con linguaggio e modi aggressivi – sterili polemiche, avrebbe fatto e farebbe meglio a tentare di costruire seriamente un’alternativa credibile per il futuro della città. Coinvolgendo davvero la città e i cittadini su programmi e uomini. E non lanciando solo ora appelli – come quelli per le primarie – chiaramente strumentali in quanto fuori da ogni contesto politico e scadenze temporali.

Per il resto, il riferimento ad un singolo componente del nostro Movimento  – peraltro persona di primissimo piano oggi nella comunità di Scicli – è a dir poco fuorviante, offensivo dell’intelligenza altrui, dimostra timore e mancanza assoluta di argomenti che non siano quelli soliti dell’invettiva e dell’offesa personale e fa emergere il solito vecchio vizio di attribuire l’etichetta di traditore o nemico a chi non la pensa come te.

In conclusione, rassicuriamo ancora una volta il Segretario del Partito democratico di Scicli circa il fatto che così come abbiamo fat

to con continuità negli ultimi nove anni, continueremo “ad agire sul terreno che ci è stato e ci è proprio, ovvero quello dell’impegno civile e sociale  –  libero da ogni forma di condizionamento –  al servizio della comunità”: il che significa associazionismo, volontariato, partecipazione sociale, azione nei quartieri e con  i giovani, costruzione di relazioni nella comunità.

Non ci pare di aver incontrato in questi anni il Segretario del Partito democratico di Scicli come compagno di strada in un impegno civico così serio e costante come il nostro.

Precedente intervento  del Pd.

 

Il Partito Democratico di Scicli esprime immenso rammarico per le accuse fuori luogo e profondamente offensive pervenute da Enzo Giannone, certo che non esprimono il sentire comune di Città Aperta, di cui conosciamo diverso stile e modi.
In tre anni e mezzo di opposizione, il lavoro dei nostri rappresentanti in consiglio comunale è stato sempre finalizzato alla tutela della città, rivolto unicamente a limitare i danni prodotti da una gestione scellerata delle risorse locali ed in questa fase, preparatoria e necessaria alla formazione di un progetto forte e quanto più condiviso possibile finalizzato al rilancio di Scicli.
Abbiamo sempre a

 

vanzato APERTAMENTE e LIMPIDAMENTE la nostra apertura a tutte quelle forze, espressione della comunità, che volessero e vogliono riunirsi attorno a questo progetto di rinascita per la città.
La logica conseguenza di quanto premesso e ripetuto a più riprese è la nostra totale, chiara ed inequivocabile apertura alle primarie di coalizione del centro sinistra e questo DEVE ed è un punto fermo del forte processo di cambiamento cui intendiamo dare seguito con la partecipazione e collaborazione di quanti vogliano far parte di questo progetto di rilancio della città.
Certamente simili attacchi e propaganda spicciola e distruttiva portata avanti ad ogni tornata elettorale non sembrano una dichiarazione di adesione al progetto, anzi forse esprimono protagonismo e personalismo ostinato nel volersi imporre a tutti i costi.
Si possono scegliere percorsi politici separati, si possono avere idee anche diverse sul futuro di Scicli, ma non si può giocare con la fiducia ed il futuro della cittadinanza e lanciarsi in sterili polemiche ed attacchi ridicoli degni della peggior politica del ventennio trascorso che nulla hanno né di utile né di veramente indirizzato al bene della città, cosa che è invece l’unico e vero obiettivo del progetto che il Partito Democratico intende portare avanti alla luce del sole.

 

 

Primo intervento del  MOVIMENTO POPOLARE “CITTA’ APERTA”


Dopo aver provato a coinvolgere diversi movimenti e liste civiche in un percorso politico unitario con le forze politiche riformiste del centrosinistra, prendiamo atto dell’impossibilità di portarlo avanti per una serie di differenze che rendono al momento inconciliabili le posizioni delle parti in campo. Innanzitutto la pregiudiziale politico morale – peraltro del tutto legittima – di parte di alcune forze nei confronti di altre, in particolare della lista “Scicli Bene comune” verso l’MPA. Pregiudiziale legittima ma che si potrebbe estendere, con analoghe motivazioni, anche nei confronti del. Partito democratico per aver tenuto atteggiamenti simili all’MPA.

Poi la mancanza di una comune volontà di costruire un forte progetto unitario che assuma vita attraverso un programma di riforme e di cambiamenti seri, reali e realizzabili.

 Infine e soprattutto l’incapacità del Partito democratico di portare avanti con coerenza la linea, evidentemente sostenuta dallo stesso PD solo a parole e strumentalmente, di voler utilizzare le primarie come momento essenziale per una svolta per questa città, dopo anni di buio amministrativo, finalizzato anche al ricambio dei gruppi dirigenti, così come sta avvenendo in tante città d’Italia e della Sicilia, a partire da Palermo.

La paura di confrontarsi in uno scenario democratico aperto quale quello garantito dalle primarie, rappresenta già a priori una gravissima sconfitta per il Partito democratico di Scicli.

E probabilmente è anche  il frutto di accordi sottobanco degni delle peggiori stagioni della politica del passato, che porteranno il PD – perdente al primo turno – a fare accordi al ballottaggio con pezzi del centrodestra e con candidati sindaco con i quali a parole si dice che non si vuole avere niente a che fare.

Siamo molto delusi, e percepiamo che con noi lo sono molti cittadini: si aveva e si ha la grande occasione di costruire un’alternativa forte e credibile, partendo dalla città e dai cittadini. E non lo si è voluto fare, facendo prevalere i vecchi interessi di parte se non di “piccoli orticelli”.

Se tali condizioni dovessero significativamente mutare, daremo il nostro contributo. Accettando ogni forma di confronto democratico, trasparente ed aperto alla città.

In caso contrario, Noi non ci stiamo.

Gli sciclitani hanno il diritto di vivere in una città normale. Scicli ha già patito abbastanza e mai come oggi ha bisogno di serietà, responsabilità e credibilità.

Purtroppo non ritroviamo queste caratteristiche in alcuni interlocutori con cui ci siamo confrontati in queste settimane.

Per questi motivi, con la coerenza e trasparenza che ci contraddistingue da sempre, non potendo rinunciare alle nostre convinzioni orientate nella direzione della sensibilità critica verso il cambiamento, della partecipazione e dell’apertura democratica, scegliamo di continuare ad agire sul terreno che ci è stato e ci è proprio, ovvero quello dell’impegno civile e sociale  –  libero da ogni forma di condizionamento –  al servizio della comunità.

2 thoughts on “Scicli. Ci saranno le primarie nel centrosinistra? Intervento del Pd e replica di Città Aperta.”

  1. Il segretario del Partito democratico è incredibile: ma come può parlare di primarie se non le vogliono fare. Ed è vergognoso l’attacco personale al preside Giannone. Andate in Siberia!!!!!!!

  2. Una proposta per gli amici di Città aperta: andate con quanti vogliono fare un polo civico a Scicli. La gente non ne può più e vi premierà. E un invito personale al Preside Giannone: non mollare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.