Attualità Evidenza

Allerta Meteo: in arrivo forti raffiche di vento e pioggia

Proprio in queste ore, sta nascendo nel deserto del Sahara, al sud della Tunisia e al confine tra Algeria e Libia, il vortice ciclonico che nel corso della giornata di venerdì 9 marzo si approfondirà risalendo la Libia verso il Canale di Sicilia, dove sabato mattina assumerà le sembianze di un ciclone Mediterraneo, una sorta di uragano con intensità meno estreme di quelle delle tempeste oceaniche, ma comunque di tutto rispetto soprattutto per aree non certo abituate a piogge così violente e venti così impetuosi. La depressione Africana sta nascendo a causa dell’arrivo di masse d’aria molto fredde dal Mediterraneo nell’Algeria dove la capitale, Algeri, al momento registra +7°C lungo le coste nord Africane, e domattina nelle minime scenderà a valori ancor più freddi. Nell’entroterra algerino e sui rilievi del Paese sono in corso delle nevicate fin a quote collinari, e proprio l’arrivo dell’aria fredda fin nelle zone più meridionali del Paese, sul deserto del Sahara, sta determinando i contrasti termici tali da innescare una profonda perturbazione. Ghardaïa, nel cuore dell’Algeria, misura appena +10°C mentre a Sétif e Batna, sull’Atlante intorno ai 1.000 metri di quota, sta nevicando con temperature appena superiori allo zero. Fa freddo addirittura a Tamanrasset, nel cuore del deserto.

Il freddo si spinge fin nel cuore del Sahara Algerino innescando il violento ciclone per contrasti termici al confine con la Libia

Nelle prossime ore il vortice ciclonico si approfondirà ulteriormente sulla Libia occidentale arrivando a raggiungere i 1.000 millibàr di bassa pressione; nel corso della giornata di venerdì 9 marzo risalirà verso il Canale di Siclia dove arriverà in serata, approfondendosi poi fino a 998 millibàr nella notte successiva e imperversando tra le Pelagie e Malta proprio nella mattinata di sabato 10, nel clou della sua azione depressionaria. Già in queste ore è visibile un flusso caldo e umido che risale dalla Libia verso il mar Jonio, mentre sarà un ramo della corrente a getto in rapida risalita da sud/ovest verso nord/est ad innescare i violenti fenomeni temporaleschi che tra venerdì sera e sabato interesseranno proprio la Tunisia, il Canale di Sicilia e l’estremo sud Italia con precipitazioni torrenziali su gran parte di Calabria e Sicilia.Sono confermati anche venti furiosi, con raffiche fino a 150km/h e mari in burrasca tali da determinare devastanti mareggiate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.