Politica

PASS AUTO PER IBLA. “L’ennesima tassa del nostro carissimo sindaco. Residenti esasperati”. Interviene Avola.

“Il carissimo sindaco Dipasquale introduce l’ennesima tassa per i cittadini ragusani. Questa volta ad essere colpiti sono i residenti del quartiere barocco”. A sottolinearlo il  “Infatti – aggiunge Avola – per il rinnovo o rilascio ex-novo del pass, bisogna pagare una cifra pari a 12 euro. La circostanza più eclatante da sottolineare è che il residente, per potere usufruire di un diritto pienamente acquisito in quanto abitante del quartiere, deve pagare per potere arrivare presso la propria abitazione e trovare parcheggio. Adesso però chiediamo che, visto che è necessario sostenere il pagamento in questione (giustificato dall’Amministrazione comunale per sostenere la spesa di istruttoria), il comando dei Vigili urbani si muova per effettuare i dovuti controlli nelle vie del quartiere ed accertare che coloro che posteggiano ne abbiano diritto o meno. Il motivo? Fino ad oggi sicuramente tutto ciò non è mai avvenuto oppure se è accaduto è stato su richiesta del residente che ha dovuto chiamare il comando per fare rispettare l’ordinanza”. Avola, inoltre, aggiunge: “Se allo stato attuale ti rechi negli uffici dei vigili urbani è possibile riscontrare che non sono neppure a disposizione i moduli per potere predisporre la richiesta. Ricordiamo che la scadenza è fissata al 31 marzo 2012. Il nostro carissimo sindaco, oltre ad aumentare, come ben sappiamo, il canone idrico, la tassa di smaltimento rifiuti, le rette degli asili nido, per fare cassa si è inventato anche questa iniziativa che a conti fatti produrrà un introito all’ente pari a circa 10.000 euro. Quello che ci rammarica di più è che tali somme, alla fine, non saranno destinate a migliorare i servizi per i cittadini ragusani (come per esempio il rifacimento del manto stradale di quasi tutte le vie della città, le quali sono ridotte in uno stato davvero penoso), ma per pagare, come è accaduto spesso, incarichi esterni affidati a soggetti che risultano essere vicini a quei consiglieri comunali più legati al sindaco. A questo punto, spero che non sia soltanto la mia voce a farsi sentire. Ma mi piacerebbe che le stesse persone che durante il mandato dell’Amministrazione Solarino si sono battute per permettere agli abitanti delle zone di piazza Repubblica e corso Mazzini di potere parcheggiare nel cuore di Ibla, riuscendo poi nell’intento, intraprendano la stessa battaglia di allora, senza curarsi del fatto che il sindaco sia della loro stessa maggioranza. Mi riferisco al delegato dei centri storici, Titì La Rosa. L’auspicio, poi, è che numerosi possano essere i cittadini a protestare affinché il sindaco possa rivedere tale ordinanza alquanto ingiusta”.

 

Salvatore Avola

Delegato per Ibla

del PD di Ragusa

10 marzo 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.