Attualità Cronaca Evidenza

Chiesto il riconoscimento di calamità naturale. Modica, la Giunta adotta la delibera. I danni del maltempo superano i 3 milioni di euro.

La Giunta Municipale di Modica, su proposta del Sindaco e dell’assessore alla Protezione Civile, Tato Cavallino, ha approvato, stamani la delibera, con la richiesta di riconoscimento di calamità naturale e l’istanza di dichiarazione dello stato di emergenza da inviare alla Regione Siciliana.
L’atto è stato motivato con i gravi danni alle infrastrutture viarie e alle reti dei servizi del territorio, provocati dalle avverse condizioni del tempo di sabato scorso, il cui ripristino definitivo è stato stimato, dagli uffici della Protezione Civile, in 3.400.000 euro di cui 70 mila euro da impiegare urgentemente nella prima fase di emergenza come manutenzione.
“ Come amministrazione abbiamo votato un atto necessario urgente per rimettere in sesto alcune importanti infrastrutture e strutture utili a garantire efficienza dei servizi alla collettività. In questa sede sentiamo il dovere di ringraziare sentitamente- commentano il Sindaco e l’assessore Tato Cavallino, tutti quelle unità che si sono spese senza risparmio e con grande attaccamento alla funzione espletata , il gruppo dei volontari comunali di Protezione Civile, le Sentinelle, AVCM, gli operatori della SPM e la Polizia Locale, che hanno fronteggiato, malgrado le difficoltà, l’emergenza intervenendo anche situazione decisamente difficili e risolte in modo brillante ed efficiente”.
Sabato 10 marzo, giornata del pre allarme per le condizioni meteo, è stato insediato il C.O.C. e dei presidii territoriali ed operativi con formazione di n° 4 squadre per la ricognizione e l’intervento composta da componenti delle associazioni di volontariato (gruppo volontari comunali – Sentinelle – Avcm) per un totale di circa n° 10 unità impiegati per turno
Sono stati 40 gli interventi per la rimozione alberi sdradicati (via Idria,  a Quartarella, Pozzo Cassero-Passo Parrino, S.Ippolito Trebalate, Via San Giuliano, Via Nuova S.Antonio, Via Fiumara, Via Nazionale, Via Nazionale Modica Ispica,  Pizzilli, Via Caitina, Strada Modica-Pozzallo, Via Sorda Scicli, Catanzaro Pizzilli,  Cafeo) tre interventi per cavi elettrici tranciati in collaborazione con i tecnici dell’Enel (Via Calanchi, Via Gianforma e c.da Muraglio Mandorle)
Da notare l’opera svolta in collaborazione con i Vigili del Fuoco e con la Polizia Municipale per chiudere al traffico la Modica Scicli Fiumelato a causa di una frana che ha ostruito la carreggiata stradale. Un soccorso automobilistico è stato effettuato dai Volontari della Protezione Civile di concerto con i Vigili del Fuoco per trarre in salvo quattro persone rimaste intrappolate all’interno dello loro autovetture sulla Modica – Pozzallo. Il livello dell’acqua aveva già raggiunto l’altezza degli sportelli delle vetture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.