Attualità Cronaca Evidenza

Chiesto il riconoscimento di calamità naturale. Modica, la Giunta adotta la delibera. I danni del maltempo superano i 3 milioni di euro.

La Giunta Municipale di Modica, su proposta del Sindaco e dell’assessore alla Protezione Civile, Tato Cavallino, ha approvato, stamani la delibera, con la richiesta di riconoscimento di calamità naturale e l’istanza di dichiarazione dello stato di emergenza da inviare alla Regione Siciliana.
L’atto è stato motivato con i gravi danni alle infrastrutture viarie e alle reti dei servizi del territorio, provocati dalle avverse condizioni del tempo di sabato scorso, il cui ripristino definitivo è stato stimato, dagli uffici della Protezione Civile, in 3.400.000 euro di cui 70 mila euro da impiegare urgentemente nella prima fase di emergenza come manutenzione.
“ Come amministrazione abbiamo votato un atto necessario urgente per rimettere in sesto alcune importanti infrastrutture e strutture utili a garantire efficienza dei servizi alla collettività. In questa sede sentiamo il dovere di ringraziare sentitamente- commentano il Sindaco e l’assessore Tato Cavallino, tutti quelle unità che si sono spese senza risparmio e con grande attaccamento alla funzione espletata , il gruppo dei volontari comunali di Protezione Civile, le Sentinelle, AVCM, gli operatori della SPM e la Polizia Locale, che hanno fronteggiato, malgrado le difficoltà, l’emergenza intervenendo anche situazione decisamente difficili e risolte in modo brillante ed efficiente”.
Sabato 10 marzo, giornata del pre allarme per le condizioni meteo, è stato insediato il C.O.C. e dei presidii territoriali ed operativi con formazione di n° 4 squadre per la ricognizione e l’intervento composta da componenti delle associazioni di volontariato (gruppo volontari comunali – Sentinelle – Avcm) per un totale di circa n° 10 unità impiegati per turno
Sono stati 40 gli interventi per la rimozione alberi sdradicati (via Idria,  a Quartarella, Pozzo Cassero-Passo Parrino, S.Ippolito Trebalate, Via San Giuliano, Via Nuova S.Antonio, Via Fiumara, Via Nazionale, Via Nazionale Modica Ispica,  Pizzilli, Via Caitina, Strada Modica-Pozzallo, Via Sorda Scicli, Catanzaro Pizzilli,  Cafeo) tre interventi per cavi elettrici tranciati in collaborazione con i tecnici dell’Enel (Via Calanchi, Via Gianforma e c.da Muraglio Mandorle)
Da notare l’opera svolta in collaborazione con i Vigili del Fuoco e con la Polizia Municipale per chiudere al traffico la Modica Scicli Fiumelato a causa di una frana che ha ostruito la carreggiata stradale. Un soccorso automobilistico è stato effettuato dai Volontari della Protezione Civile di concerto con i Vigili del Fuoco per trarre in salvo quattro persone rimaste intrappolate all’interno dello loro autovetture sulla Modica – Pozzallo. Il livello dell’acqua aveva già raggiunto l’altezza degli sportelli delle vetture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.