Evidenza Politica

Facciata Lipparini-Miccichè. Quale opinione hanno i candidati sindaco?

Negli anni ’60 venne abbattuto il palazzo che sorgeva dove adesso vi è la scuola media Lipparini-Miccichè, proprio su quel lato di piazza  dove è situata la settecentesca chiesa Matrice, dedicata a S. Ignazio, la cui facciata barocca è ricca di statue e di sculture che ne fanno un vero gioiello d’arte. A quei tempi, per motivare la decisione, si disse che si trattava di un palazzo di scarso valore artistico risalente al secolo scorso. Si trattava invece di un palazzo edificato nel seicento ed utilizzato come collegio dai gesuiti. Molti adesso sostengono che quell’edificio rappresentava un immobile di grande pregio. Al suo posto fu costruito il palazzo che adesso ospita la scuola media. I politici del tempo fecero in modo di motivare l’insano gesto affermando che con quella operazione si poteva  procedere ad un riscatto sociale. Si abbatteva, infatti, un palazzo fruito da pochi per far spazio ad un edificio che poteva essere utilizzato da tutti in quando destinato a scuola. Periodicamente si  riapre il dibattito per cercare delle soluzioni che possano rimediare allo scempio architettonico rappresentato dalla facciata dell’attuale scuola media, fino ad ora però nulla è stato fatto.

Sono in tanti a sostenere che la facciata della scuola media è uno dei peggiori insulti architettonici fatti a Scicli, e alla Sicilia, perché è assolutamente non conforme con l’incantevole scenario barocco rappresentato dagli edifici circostanti. E’ giunto il tempo di cominciare a lavorare per riuscire a trovare soluzioni che consentano di armonizzare la facciata al contesto circostante. La soluzione, secondo molti, non può essere il frutto di un’imposizione politica, piuttosto, è necessario un confronto su questi temi con l’intera città.  Altra questione è quella della destinazione dell’edifico, diverse le ipotesi che possono essere prese in considerazione, si potrebbe  trasferire la scuola ed utilizzare i locali per biblioteca, per uffici comunali o per centro da destinare ad attività per i giovani.  (Red)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.