Attualità Evidenza

Elezioni Regionali del 2013: 70 o 90 deputati? Le conseguenze per Ragusa

 Nel 2013  all’Assemblea Regionale Siciliana saranno eletti settanta o novanta deputati?  Alcune circoscrizioni elettorali, che coincidono con le province regionali, vedrebbero ridotta la rappresentanza parlamentare; alcuni partiti la perderebbero del tutto; mentre altre subirebbero un ridimensionamento. A pagarne maggiormente le conseguenze sarebbero le piccole province come Ragusa ed Enna, invece le più grandi come Messina, Catania e Palermo,  limiterebbero i danni. Il tempo  a disposizione per apportare le modifiche potrebbe non essere sufficiente, infatti è necessario un procedimento di modifica costituzionale che prevede il consenso di due terzi del Parlamento nazionale e doppia approvazione per ogni Camera. “E’ una corsa contro il tempo” – ha detto Carlo Vizzini-  presidente della Commissione Affari istituzionali del Senato, dove il disegno di legge costituzionale ha iniziato il suo iter parlamentare partendo dalla legge voto approvata dall’Assemblea regionale siciliana. Il taglio è necessario per risparmiare sui costi della politica. Certo, abbassare il numero dei parlamentari per spendere meno non basta, perché bisogna intervenire anche sui privilegi. Una recente proposta di legge di abbassare ulteriormente da settanta a cinquanta il numero dei deputati, così come avrebbe voluto il decreto Tremonti in rapporto al numero degli abitanti,  è stata bocciata dalla Commissione competente del Parlamento regionale siciliano.

 

 

 

 

.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.