Attualità

Province; nuovo decreto non si vota a Ragusa e Caltanissetta

L’assessore regionale per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici, ha firmato il decreto con il quale vengono revocate le elezioni nelle Province regionali di Ragusa e Caltanissetta. La decisione e’ la conseguenza dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana di venerdi’ scorso della legge contenente le nuove norme sulle funzioni e gli organi di governo delle Province, approvata dall’Ars il 29 febbraio scorso. La normativa, cosi’ come a livello nazionale, attribuisce alle Province regionali funzioni di indirizzo e coordinamento e rinvia l’adozione di una riforma organica a un successivo disegno di legge, da predisporre entro il 31 dicembre 2012. Motivo per cui, in attesa del varo della predetta legge di riforma, e’ sospeso il rinnovo degli organi provinciali in scadenza quest’anno. Pertanto, e’ stato modificato il decreto dello scorso 6 marzo con il quale erano stati indetti i comizi elettorali anche nelle due Province. In particolare, a Ragusa si procedera’ al commissariamento di presidente, giunta e consiglio. A Caltanissetta proseguira’, invece, l’attuale gestione commissariale di presidente e giunta, mentre il consiglio provinciale restera’ in carica. Il 6 e 7 maggio (eventuale ballottaggio il 20 e 21) si votera’, quindi, in 149 comuni e 14 consigli circoscrizionali. Interessati alla consultazione saranno poco piu’ di 2 milioni di siciliani. I capoluoghi ad andare alle urne saranno: Palermo, Agrigento e Trapani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.