Attualità

Tribunale di Modica: convegno organizzato per sabato 31 marzo, alle ore 10.00, al Garibaldi.

Seicentosettantuno annianni di storia che rischiano di scomparire, se il Tribunale modicano venisse soppresso. Non solo: il nostro Palazzo di Giustizia è un efficiente presidio di legalità in una terra “di frontiera”. Al di là delle statistiche e dei numeri, sarebbe necessario dunque rivedere criteri e riferimenti al fine di affrancare l’isola dalla scure delle commissioni che dovranno proporre il nuovo disegno delle circoscrizioni giudiziarie al Ministro di Giustizia. Di questo si parlerà al convegno organizzato per sabato 31 marzo, alle ore 10.00, al Garibaldi di Modica.

Un momento alto, di grande spessore e di notevole portata, perché da Modica possa partire una vera e propria proposta in modo da affrancare, almeno in parte, la Sicilia dalla imminente riforma delle circoscrizioni giudiziarie italiane. Saranno presenti: il Presidente della Regione, Raffaele Lombardo; il Presidente dell’ARS, Francesco Cascio; il sottosegretario di Stato alla Giustizia, prof. Salvatore Mazzamuto e l’on. Antonio Borrometi. Il dibattito sarà moderato dall’avv. Salvatore Campanella. A introdurre i lavori: il Presidente dell’Ordine degli Avvocati del Foro di Modica, avv. Ignazio Galfo, mentre la proposta della revisione territoriale dei Tribunali sarà svolta dall’avv. Carmelo Scarso, presidente del Consiglio Comunale di Modica e coordinatore dei consigli comunali del comprensorio.

A questa iniziativa a difesa del nostro Tribunale, tutta la cittadinanza è invitata a partecipare. Così come sono stati chiamati a presenziare i parlamentari regionali e nazionale della provincia di Ragusa, i sindaci del comprensorio nonché il Procuratore generale del Tribunale di Catania, Giovanni Tinebra che ha assicurato la sua presenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.