Pozzallo

“Accordi sottobanco e inciuci a Pozzallo”. A denunciarlo Emanuele Pedriligieri.

Un’operazione di potere dietro la strabiliante coerenza dell’on. Roberto Ammatuna

L’on. Roberto Ammatuna sostiene che nessuno può dargli lezioni di coerenza. Ed ha ragione. Se si riferisce alla coerenza con la ha quale, da sempre, ha cercato di arrivare al potere, agendo con la machiavellica determinazione, ha tutte le ragioni di questo mondo.

Volendo tralasciare il suo personale percorso politico (dal PCI al PSI, poi CCD mancato, quindi alla Margherita, ora al PD), con riferimento all’accordo di questi giorni PD-PDL, la sua coerenza appare strabiliante.

Dopo aver gestito per dieci anni l’accordo sottobanco con un’ala di Forza Italia, poi PDL, ora è riuscito a intruppare anche gli uomini di Innocenzo Leontini. Compreso un medico di famiglia che, anche lui, per coerenza “non ha bisogno di prendere lezioni da nessuno”.

Patetico il tentativo della locale sezione del PD di giustificare in qualche modo l’inciucio. Perché presentare una lista civica (si chiami pure dragon-lista) di sostegno alla candidatura di Roberto Ammatuna a sindaco, composta da fedeli seguaci dell’on. Nino Minardo e del deputato regionale Innocenzo Leontini, significa porre il sigillo su una chiara e spregiudicata operazione di potere.

Cantiere popolare

Per Emanuele Pediliggieri Sindaco

One thought on ““Accordi sottobanco e inciuci a Pozzallo”. A denunciarlo Emanuele Pedriligieri.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.