Attualità

Sostegno di famiglie in difficoltà attraverso il microcredito diocesano. Iniziativa della Caritas diocesana.

Ogni anno il giovedì santo vengono portati alla messa crismale le offerte della quaresima di carità, frutto del digiuno quaresimale ma anche della sensibilità di donne e gli uomini di buona volontà attenti a chi fa più fatica nella vita. La destinazione di quest’anno è duplice. In primo luogo parte delle offerte sarà destinata al sostegno di famiglie in difficoltà attraverso il microcredito diocesano. Si tratta di uno strumento che, intercettando situazioni di famiglie con disagio socio-economico ma con capacità di riorganizzare il proprio bilancio familiare, in presenza di un garante e per spese necessarie (sanità, scuola, abitazione), permette prestiti a tasso zero entro i 2500 euro da restituire entro due anni. Si aiutano così famiglie che diventano spesso povere in questo momento in cui la crisi colpisce anche le fasce medie. In secondo luogo parte delle offerte saranno destinate al Centro di comunità di Paganica, popolosa e storica frazione dell’Aquila, passata da 5.000 a 11.000 abitanti per le case prefabbricate dopo il grave terremoto del 6 aprile 2099 e quindi bisognosa di luoghi di aggregazione mancano a causa delle distruzioni operate dal sisma. Peraltro, a tre anni dal terremoto, si vuole testimoniare una solidarietà vera, che non dimentica i fratelli e che si alimenta nella visita reciproca e nella comune condivisione di esperienze, di tensioni ideali, del desiderio di costruire un Paese ed un mondo più giusti e fraterni.

 

Il direttore della Caritas diocesana

Maurilio Assenza

 

Le offerte si possono far pervenire anche attraverso il conto corrente postale della Caritas Diocesana-Noto n° 10030963, specificando nella causale “quaresima di carità 2012”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.