Attualità Evidenza Politica

La Regione Sicilia è in deficit: noi contribuenti pagheremo più imposte

Dalla prossima settimana, con la approvazione definitiva da parte della Camera del decreto sulla spending review, 18 milioni di cittadini italiani pagheranno 1,9 miliardi in piu’ di imposte. E’ quanto prevede l’art. 16 comma 12-septies che consente alle otto regioni con deficit sanitario (Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Sicilia, Calabria, Piemonte, Puglia), di aumentare di 0,6 punti l’addizionale regionale Irpef, anticipando di un anno quanto previsto dalle norme sul federalismo regionale. Lo segnala la Confesercenti.  L’addizionale regionale che, dopo quest’ultimo aumento, gravera’ sui contribuenti di Sicilia, Calabria e Molise (2,63%) sara’ del 114% in piu’ rispetto all’onere sopportato da trentini, friulani, veneti, valdostani e toscani (1,23%). Ad esempio, per un reddito di 30 mila euro, il contribuente calabrese paghera’ 789 euro l’anno, ossia 420 euro in piu’ rispetto ai contribuenti delle regioni piu’ ‘virtuose’ (che sullo stesso reddito dovranno ‘solo’ 369 euro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.