Politica Scicli

SCICLI, IL PD CHIEDE CHIAREZZA SULL’AMMONTARE DEI DEBITI FUORI BILANCIO

Il Partito Democratico di Scicli, in riferimento alla trattazione del bilancio di previsione che il Consiglio Comunale dovrà approvare entro il 31 agosto prossimo ed in conformità all’impegno di trasparenza e pubblicità degli atti del Comune di Scicli che risultano maggiormente rilevanti per la collettività (assunto in campagna elettorale), ritiene sia proprio compito portare a conoscenza della città il dettaglio analitico dei debiti “fuori bilancio” che gravano sul nostro ente locale.
In particolare, così come si evince dall’ultima Relazione dei Revisori dei Conti al rendiconto di gestione, con deliberazione n. 157 del 17 maggio 2012 – dopo che negli anni 2009/2010/2011 il Comune di Scicli non aveva provveduto al riconoscimento di debiti fuori bilancio – il Commissario Straordinario ha chiesto la ricognizione e preso atto dei superiori debiti che ammontano ad un totale complessivo di Euro 8.674.409,79, in gran parte imputati al Settore Manutenzione ed Ecologia.
Un dato particolarmente allarmante (per certi aspetti incomprensibile!) ad esempio, è quello delle somme dovute all’Enel per forniture non pagate che – al 31/12/2011 – risultano pari ad Euro 2.847.778,2 e che (secondo fonti non ufficiali del Palazzo), nell’anno 2012 avrebbero ampiamente superato i 3 milioni di euro!
Parimente rilevante è il dato dei debiti maturati nei confronti dell’Ato – Euro 2.436.397,65 – che assumono quasi il connotato della beffa se paragonati con il complesso dei crediti da riscuotere dai comuni del comprensorio per le medesime causali, ampiamente superiore al dato innanzi citato.
Altro capo di particolare interesse della citata ricognizione è quella relativa al Settore dei Lavori Pubblici, con ben sette sentenze divenute esecutive nel solo anno 2011 per un riconoscimento di debiti pari ad Euro 459.866,00., che si vanno ad aggiungere ai 2.016.960 euro di una sentenza risarcitoria del 2006 ed ai 367.157,00 di una del 2004 (solo per citare i pregressi più rilevanti), che ancora attendono una definizione.
Sempre al settore Lavori Pubblici, inoltre, interessante constatare come risultino iscritte fuori bilancio le competenze tecniche per la realizzazione di un impianto sportivo di quartiere a Cava d’Aliga oltre che per il Rup (oggi chiuso alla fruizione pubblica!) pari ad Euro 110.013,00 e quelle per la realizzazione di un impianto sportivo a Sampieri (ma dov’è?) per Euro 78.221,23!
Tanto considerato, il Partito Democratico di Scicli non può che pretendere chiarezza dall’Amministrazione Comunale in carica su come ritiene di individuare i mezzi per far fronte alle superiori sofferenze contabili e se ha già predisposto – in conformità alle richieste del Collegio dei Revisori dei Conti – i procedimenti atti ad accertare eventuali responsabilità a carico di soggetti che, compresi amministratori locali, hanno consentito il determinarsi di tali debiti.
Alla maggioranza che sostiene l’Amministrazione in carica e che sostenne anche quella predente – invece – si chiede conto del perché non siano stati adottati con tempestività i provvedimenti di riconoscimento dei debiti fuori bilancio dal 2009 al 2011 e quali determinazione intende assumere prima dell’approvazione del nuovo bilancio, al fine di evitare la formazione di ulteriori oneri aggiuntivi a carico del Comune, come eventuali interessi o spese di giustizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.