Attualità Evidenza

SPENDING REVIEW, cosa cambia in Provincia di Ragusa: scheda a cura della nostra redazione

La definitiva approvazione delle misure contenute nella spending review determinerà un risparmio di costi e una limitazione di servizi anche nella nostra provincia. Pagheremo un’addizionale regionale più alta, sarà soppressa la Provincia di Ragusa, previsti contributi per i comuni.

IRPEF anticipo al 2013 per le regioni come la Sicilia con disavanzo sanitario della maggiorazione dell’aliquota addizionale Irpef all’1,1%. Questo determinerà una riduzione degli stipendi dai quali sarà decurtata un’addizionale regionale maggiore e un aumento di imposte per gli altri lavoratori.

DA SOPPRESSIONE PROVINCE A RIORDINO

La provincia di Ragusa dovrebbe essere soppressa. La regioni dovranno rispettare i parametri di popolazione e territorio (350.000 abitanti e 2.500 chilomentri quadrati), e la volonta’ di spostamento dei Comuni da una Provincia ad un’altra.

FARMACI
I medici dovranno stare più attenti a prescrivere farmaci “griffati”. Limati gli sconti a carico di farmacie e aziende farmaceutiche previsti per il 2013: fissati al 2,25% per le primi, al 4,1% per le seconde . Passa inoltre dall’11,5% all’11,35% il tetto della spesa farmaceutica territoriale. Per i cosiddetti farmaci griffati, spetta al medico la facoltà di decidere se inserire o meno il nome di uno specifico farmaco nella ricetta,insieme al principio attivo. L’indicazione e’ vincolante per il farmacista se inserita la lausola di non sostituibilita’.
TAGLIO DEI POSTI LETTO OSPEDALIERI

Su questo punto non ci dovrebbero essere grandi cambiamenti perché la regione Sicilia si è mossa in anticipo. Le Regioni dovranno procedere con la riduzione dei posti letto per arrivare a 3,7 ogni 1000 abitanti. La riduzione avverra’ anche sulla base e nel rispetto degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi realtivi all’assistenza ospedaliera.

SOLDI AI COMUNI
800 milioni che le Regioni dovranno distribuire ai Comuni. Alla Sicilia il contributo piu’ consistente contributo: 171,5 milioni di euro.
TAGLIO STIPENDI MANAGER
Tetto di 300mila euro agli stipendi dei manager delle aziende non quotate partecipate dallo Stato, compresa quindi la Rai. Non essendo presenti in Provincia aziende con questi requisiti non dovrebbe cambiar nulla.
INTERCETTAZIONI Taglio di 25 milioni ai fondi per le intercettazioni telefoniche nel 2012.
AFFITTI Slitta di 2 anni, all’1 gennaio 2015 il taglio del 15% nella rideterminazione del canone di locazione di immobili delle quali sia locataria per uso istituzionale una delle pubbliche amministrazioni.
TASSE UNIVERSITARIE Gli Atenei potranno decidere di aumentare le tasse universitarie dei fuori-corso in base al coefficiente ISEE, sino a raddoppiarle per le fasce di reddito piu’ alte. Retta universitaria bloccata per tre anni per gli studenti in corso con un reddito familiare Isee sotto i 40.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.