Attualità

Salvati 6 tribunali dai tagli, due in Sicilia, ma la provincia di Ragusa lotta per il mantenimento delle sue strutture

Il Consiglio dei Ministri “salva” sei tribunali dai tagli decisi nella Spenging Review e lascia aperti quelli impegnati nella lotta alla mafia. Saranno cosi’ 31 anziche’ 37 i tribunali soppressi, tenendo conto dell’alta concentrazione mafiosa piu’ che delle dimensioni ridotte del territorio. Il Consiglio dei Ministri ha cosi’ accolto le richieste avanzate dal Csm e dalle commissioni giustizia di Camera e Senato confermando comunque la soppressione delle 220 sezioni di tribunale distaccate, cosi’ come previsto in origine. I sei tribunali “salvati” dal Cdm sono quelli di Caltagirone e Sciacca in Sicilia; Castrovillari (cui verra’ accorpato il tribunale di Rossano), Lamezia Terme e Paola in Calabria; infine nel Lazio salvo il tribunale di Cassino, cui verra’ accorpata la sezione distaccata di Gaeta. La notizia e’ stata accolta a Cassino con una ovazione di gioia e tanta commozione dall’intera citta’. Se il Tribunale di Cassino fosse stato chiuso l’intero sub Lazio avrebbe avuto ripercussioni negative sia a livello economico che lavorativo per non parlare della prevenzione contro le infiltrazioni camorristiche. Il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, ha parlato di “gioia infinita come avvocato e come sindaco di questa citta’ che avra’ quindi l’opportunita’ di rinascere ancora una volta dopo mesi di cosi’ grande tribolazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.