Cronaca

Scicli, forse un corto circuito all’origine del rogo delle auto di sabato scorso

Le indagini sono tutt’ora in corso e tanti sono stati sentiti dalla forze dell’ordine tra i vicini e i passanti che si trovavano vicino alla  villetta di proprietà di un 47enne sciclitano, R.B., in C.da Zagarone, al momento dell’incendio. Sono state prese al vaglio anche le immagini delle telecamere di sicurezza che erano intorno all’abitazione per capire se abbiano potuto registrare qualche movimento sospetto. Dalle prime ricostruzioni si propende per la causa accidentale, l’incendio sarebbe infatti stato   causato da un corto circuito partito proprio da una delle vetture posteggiate all’interno del giardino dell’abitazione; si tratta di una macchina d’epoca che era parcheggiata al centro delle altre macchine. Le fiamme partite presumibilmente da quest’ultima auto,sono poi arrivate nelle altre due auto di proprietà della famiglia, che erano state parcheggiate accanto, una Renault Scenic e una Renault Twingo. Ad andare in fiamme anche i due motocicli una Vespa Piaggio e uno Scooter. I proprietari al momento dell’incidente erano all’interno della propria abitazione e si sono accorti dell’accaduto allertati dall’abbaiare insistente del loro cane, ma quando hanno visto cosa statva accadento era gia impossibile intervenire. Gli stessi proprietari hanno poi allertito i vigili del fuoco che hanno spento l’incendio ma delle auto non si è potuto salvare nulla.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.