Attualità

“Una Speranza per l‘Italia. Dal Sud una proposta per educare alla vita buona del Vangelo”, presentato a Scicli il libro di Mons. Staglianò

Ieri sera all’interno della Chiesa di San Giovanni a Scicli è stato presentato l’ultima fatica del Vescovo di Noto Mons. Antonio Staglianò, dal titolo “Una Speranza per l‘Italia. Dal Sud una proposta per educare alla vita buona del Vangelo”. Il testo vuole essere uno strumento per rispondere alla “sfiducia e smarrimento” molto diffusi nel territorio italiano a causa delle situazioni di crisi della politica, dell‘economia e delle situazioni imbarazzanti che investono anche la Chiesa.  La strada indicata parte dall‘invito a non fermarsi ad un‘analisi superficiale della realtà che induce al pessimismo e all‘immobilismo, e a saper andare oltre scorgendo nella vita quotidiana i segni di bellezza e ricchezza che inducono alla speranza; una speranza non ingenua ed aleatoria, ma fondata sull‘amore di Dio per l‘umanità riscattata “a caro prezzo” con la Pasqua di Cristo e sulla fiducia nelle possibilità dell‘uomo. Una speranza che non delude, quindi, e che va alimentata ed educata proponendo la “vita buona del Vangelo” per un riscatto della dignità e della libertà degli uomini creati ad immagine di Dio. Un contributo sostanzioso a questo cammino può offrirlo il nostro Mezzogiorno, con la sua cultura, i suoi valori, il suo senso dell‘accoglienza e della solidarietà, doni dello Spirito che, se accolti ed opportunamente indirizzati, possono fare del nostro Sud e della nostra Chiesa di Noto “un laboratorio per il nostro Paese”, un laboratorio teologico e sociale che coniughi “il sociale al mistico, l‘operare per il bene al pregare invocando il Regno. Nel presentare il libro Mons. Staglianò ha rilanciato l’impegno in politica dei cattolici ” non serve- ha detto Staglianò- un nuovo partito dei cattolici, ma dei cattolici veri in politica, perchè quando l’uomo nella sua partecipazione al bene pubblico allontana da sè i valori della fede cristiana rischia di creare degli aborti, di perdere  i valori etici ed umani capaci di cambiare in meglio la società”. L’esempio concreto di questo impegno politico è stato richiamato nella figura di La Pira, un politici cattolico che sapeva cos’era il bene comune e lo ha perseguito non guardando mai ai propri interessi, tanto da perdere lui stesso in prima persona, pur di far guadagnare la collettività tutta.

Dal Sud parte quindi la nuova proposta per l’ Italia, Ma perchè dal Sud? “Perchè il sud, ha detto sempre il Vescovo di Noto, è quel luogo in cui ancora si preservano e si trasmettono quei valori che nel Nord dl mondo si sono dispersi, il Sud è una potenzialità importante per tutto il mondo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.