Comunicati stampa

Oltre 5000 visitatori per la mostra-evento “Modigliani UNO / generazioni a confronto”

Scicli come centro culturale inserito all’interno dei circuiti internazionali. E’ quanto accaduto in queste settimane grazie alla mostra d’arte “Modigliani Uno / generazioni a confronto” in corso fino al 5 settembre alle Quam – Quadrerie del monastero, nella barocca via Mormino Penna a Scicli. In migliaia, finora già oltre 5000, hanno visitato l’esposizione d’arte che presenta uno degli eccezionali disegni di Modigliani accanto ad un’indagine conoscitiva e introspettiva di alcuni artisti siciliani in più campi (pittura, scultura e fotografia) proponendo un confronto tra giovani e maestri contemporanei. Un’iniziativa perfettamente incastonata all’interno di un percorso culturale d’attrattiva turistica attraverso i “Soggiorni Modigliani”, con servizi e convenzioni per i turisti, curati dal Laboratorio Correnti, con itinerari del gusto, aperitivi e cene a tema e con prodotti a km 0, e anche biciclette a disposizione gratuita per girare la città trasformata in parco culturale estivo. Un tripudio e tanta curiosità per vedere da vicino l’opera di Modigliani, un disegno a matita e pastello dal titolo “Ritratto di Nea”, realizzato nel 1919 e identificativo della sua ricerca stilistica. Ma grande interesse e attenzione anche per l’indagine sull’arte siciliana proposta accanto all’opera di Modigliani, con giovani artisti e maestri contemporanei nella pittura, scultura e fotografia. Per la pittura Giovanni La Cognata e Piero Roccasalvo Rub, per la scultura Carmelo Candiano ed Ezio Cicciarella, ospitati nella sala grande delle Quam e per la fotografia, in un percorso allestito nel vicino Centro Esposizioni Chiaroscuro, Giuseppe Leone e Andrea Migliore. Un confronto da laboratorio d’arti e linguaggi con in mezzo installazioni e multimedialità che hanno reso di grande interesse l’esposizione trovando il consenso di appassionati, artisti, critici, collezionisti di Modigliani sia italiani che stranieri e di un pubblico qualificato presente in galleria fino a tarda ora. Tra i visitatori anche alcuni ospiti illustri come il filosofo Giorgio Agamben, Giuseppe Ayala e di recente Rosario Crocetta. Tutti hanno mostrato gradimento per l’esposizione e per gli spazi Quam con un successo che consacra Scicli come città della cultura in vetta al frastagliato panorama siciliano. Soddisfatto il curatore Antonio Sarnari: “Abbiamo avuto tantissime visite fino a tarda sera. E’ sicuramente molto positivo perché Scicli si è animata ancor di più anche grazie ad un’attrattiva turistica rappresentata dalle cene a tema, i percorsi artistici, l’uso gratuito delle biciclette per visitare la città barocca, i Soggiorni Modigliani con le strutture ricettive convenzionate. Un circuito virtuoso che ha trovato grande adesione”. Durante la mostra, che come detto si concluderà il 5 settembre prossimo, sono state raccolte delle somme in favore dell’associazione Piccolo Principe attraverso la vendita del quaderno “Modigliani UNO” (catalogo della mostra – edizione Tecnica Mista), con la cura critica dello storico e critico d’arte Vito Chiaramonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.