Politica

Il comitato provinciale pro Renzi denuncia “comportamento anti democratico”in vista del ballottaggio

Dal Garante provinciale rappresentativo dei Comitati elettorali per Matteo Renzi della provincia di Ragusa, inoltrato, un documento di denuncia al coordinamento nazionale dei garanti delle primarie del centrosinistra, vertente la contestazione del comportamento anti-democratico del coordinamento provinciale per le Primarie del centrosinistra “Italia bene Comune” di Ragusa ; in violazione della delibera del 28 novembre 2012, n.25, contenente indicazioni “restrittive” sulla valutazione delle richieste di registrazione al secondo turno delle primarie del 2 Dicembre 2012. Delibera già contestata con precedente ricorso inoltrato al Collegio dei Garanti, alla medesima data. Come Comitati spontanei, abbiamo deciso di sostenere la candidatura di Matteo Renzi alle primarie del centro sinistra “Italia bene comune”, con spirito partecipativo democratico e nel pieno rispetto delle regole , mantenendo un clima di rispetto reciproco, di unità e di compostezza. Certi e fiduciosi nel rispettivo buon senso e nel rispetto delle regole, mai avremmo immaginato di dover ricorrere addirittura Collegio Nazionale dei Garanti, e di dover richiedere il rispetto delle regole per ben due volte nella stessa giornata, è noto infatti che ieri è stato inoltrato al Collegio Nazionale dei Garanti un motivato ricorso per richiedere l’annullamento della delibera n. 25; nella stessa giornata di ieri, il garante provinciale, Paoletta Susino, nell’espletamento delle sue funzioni di garanzia, investe il Coordinamento Nazionale per le primarie, per denunciare l’atteggiamento di totale chiusura e arroganza manifestato da parte del Coordinamento provinciale che ha, di fatto, con sotterfugio, impedito lo svolgimento del ruolo di garanzia assegnato con legittima delega del Coordinamento nazionale per le primarie del centrosinistra, violando i principi di partecipazione e rappresentanza democratica. Di fronte all’ennesima esclusione dei rappresentanti degli elettori del candidato Matteo Renzi, a causa del quale non ci è dato sapere con quali criteri siano state approvate o respinte le richieste di registrazione al secondo turno delle primarie del 2 Dicembre 2012, che pare ammontino a oltre due mila, è nostro dovere denunciare l’atteggiamento del Coordinamento provinciale per le primarie. Seppure facoltativa, come precisato da Nico Stumpo, la presenza del rappresentante per candidato, prima concordata con il coordinamento provinciale dei garanti ai lavori per l’approvazione 1 Dicembre, e successivamente comunicata dal membro del coordinamento provinciale Salvatore Garofalo, nei giorni precedenti, di fatto è stata resa impossibile, dalla decisione unilaterale di anticipare i lavori alle 17 del 30 Novembre, prima ancora che il procedimento di raccoglimento delle richieste fosse concluso. “Ai fini di rendere più agevole lo svolgimento dei compiti che vi sono stati affidati dalla delibera n.25 per i giorni 29 e 30 novembre 2012, vi consigliamo di organizzare il vostro lavoro raccogliendo fino alle ore 20 di venerdì 30 novembre le richieste in proposito pervenute, anche per fax o per mail, e quindi immediatamente dopo riunirvi per assumere le relative decisioni.

One thought on “Il comitato provinciale pro Renzi denuncia “comportamento anti democratico”in vista del ballottaggio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.