Attualità

Sicilia l’economia “crolla”, sconfortanti i dati presentati oggi in occasione di Svimez 2012

“Nel 2011 la Sicilia e’ rimasta del tutto estranea alla leggera ripresa in atto che ha interessato le altre aree del Sud sia pur in misura limitata (0,1%) registrando invece un calo del pil dello 0,2%.” E’ quanto si evince dallo studio “Il rapporto Svimez 2012 e la Sicilia, uno sguardo oltre la crisi”, che fa il punto sulla situazione economica dell’isola ed e’ stato presentato oggi a Palermo dal presidente di Svimez Adriano Giannola e dal direttore Riccardo Padovani. “L’andamento del 2011 risulta ancora piu’ negativo – prosegue lo studio – se si guardano i dati Istat di qualche giorno fa in base ai quali il calo del prodotto regionale e’ dell’1,3% rispetto allo 0,3% del resto del Sud a fronte di un aumento dello 0,6% del centro Nord. Aggrava la situazione il netto peggioramento degli indicatori economici come si evince dall’ultima indagine congiunturale di Bankitalia”. Sul versante della domanda la componente estera e’ cresciuta in Sicilia piu’ della media meridionale e perfino nazionale grazie alla vendita dei prodotti petroliferi, facendo registrare anche nel primo semestre 2012 un incremento del 21,16% contro il 6,98% della media meridionale e il 3,94% di quella del Centro-Nord. Tra il 2008 e il 2011 il Pil ha perso il 3,2%, la meta’ del resto del meridione (-6,1%). La tenuta si deve alla performance del settore dell’industria che ha segnato una caduta nell’isola meno accentuata rispetto al resto del Sud e anche del Centro-Nord (-7,7% contro, rispettivamente, -13% e -10,4%). Cio’ grazie a una crescita dell’industria estrattiva (11,4% contro il -15,3% del Centro Nord) che ha parzialmente compensato la pesante flessione del manufatturiero (-15%) nel quale solo il tessile e il settore del legno e della gomma hanno retto in quadro di crollo delle produzioni strategiche come la chimica e la meccanica. Pesante il calo nell’agricoltura (-5,1%) e nei servizi (-1,4%) mentre le costruzioni perdono piu’ che altrove (-27,6% contro -13% del centro Nord e -25,2% del resto del Sud). E’ quanto si evince nel focus dedicato alla Sicilia dal rapporto Svimez 2012, presentato oggi a Palermo dal presidente Adriano Giannola e dal direttore Riccardo Padovani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.