Attualità Modica

Uccio Barone, le forze politiche facciano proposte serie e condivise per non far morire Modica Alta

Modica Alta si sta svuotando, lentamente,inesorabilmente.Attraversarla , a piedi o in auto, mette tristezza guardando le case abbandonate, i tanti cartelli “vendesi”,i negozi e le botteghe chiuse. In un tempo antico questo fu il quartiere di Francavilla, sede del Castello dei Conti e degli uffici del Governatore,cuore pulsante della città. Ancora, fino agli anni sessanta, è stata la cittadella “rossa” degli operai e dei contadini, luogo-simbolo della Sinistra. Oggi sta diventando un deserto, un non-luogo. La chiusura dell’Università, il congedo dei Salesiani, la scomparsa dell’artigianato hanno accelerato il deflusso continuo dei suoi abitanti. A pochi mesi dalle elezioni amministrative è giusto che tutte le forze politiche facciano proposte serie e condivise per non far morire Modica Alta, per rilanciarne il tessuto produttivo e la valorizzazione turistica (la Chiesa di S.Maria del Gesù). Senza polemiche e senza raccontare “favole”. Progetti concreti, azioni mirate. Soprattutto così si ricostruisce una classe dirigente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.