Politica

Ardizzone è il nuovo presidente dell’Ars

Giovanni  Ardizzone (Udc), avvocato nato a Messina il 15-01-1965,  è stato eletto, al secondo turno, presidente dell’Ars. Il neo presidente ha ricoperto la carica di deputato nelle legislature 13, 14, 15 e 16. A scrutinio concluso, Ardizzone ha ottenuto 46 voti, qualcuno in meno rispetto a quelli su cui avrebbe potuto contare sulla corta. Tutti i 15 deputati del movimento 5 Stelle hanno votato per il loro candidato, Venturino. Il segretario regionale del Pd, Giuseppe Lupo, ha avutro 4 voti, i deputati Cracolici, Cancelleri, Arancio, e Alloro ,2, i deputati Leanza, Dina, Formica e Ferrandelli uno. Tredici le schede bianche, nessuna nulla. Raggiunta la soglia e’ scattato l’applauso, si e’ interrotto brevemente lo scrutinio e i deputati sono andati a congratularsi con il successore di Francesco Cascio. Poi Ardizzone ha stretto la mano al governatore Rosario Crocetta. Ardizzone, 47 anne, di Messina, alla quarta legislatura, e’ apparso visibilmente commosso. A incoraggiarlo, un buffetto del candidato alla presidenza della Regione del centrodestra Nello Musumeci.  “La fiducia che gli elettori ci hanno accordato non puo’ essere disattesa il giorno dopo il voto, ma sprone perche’ non si ricada negli errori di una politica clientelare”. Cosi’ il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone (Udc), nel suo discorso a Sala d’Ercole subito dopo l’elezione con 46 voti. “Mai piu’ leggi di spesa approvate nottetempo e spesso frutto di compromessi al ribasso”, ha promesso Ardizzone.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.