Attualità

No Muos, si moltiplicano i comitati, nasce anche quello Ipparino

La lotta dei comitati “no muos” è giunta ad una svolta.

Dopo il dissequestro dell’area della sughereta, gli americani continuano imperterriti la costruzione delle antenne che gli garantiranno il totale controllo del mediterraneo. Il movimento no muos o si rafforza nella sua organizzazione e capacità di mobilitazione e lotta o è destinato a perdere questa battaglia. È cambiata la forma, ma lo scopo è uguale: gli stati uniti dai dollari, con la costruzione del Muostro, stanno perseguendo la smascherata politica imperialista per dominare il mediterraneo e continuare le sporche guerre condotte finora.

È arrivato il momento di opporsi e creare un mediterraneo di pace. Per contribuire attivamente alla lotta si è costituito a Vittoria il “comitato no muos ipparino” su iniziativa di alcuni militanti di base della sinistra ipparina; è nata la necessità di avere un comitato che sia legato al Coordinamento regionale No muos da una piattaforma comune che già esiste: la carta d’intenti promulgata a Piazza Armerina. Il comitato no muos ipparino vuole essere una continuazione, nella valle dell’Ippari del comitato no muos niscemese.

Una lotta di una grande comunità, di uomini e donne accomunati dalla ricerca di riscatto e libertà dallo sfruttamento guerrafondaio della terra in cui vivono.

La forza di questi comitati sarà la forza del territorio. Siamo pronti a costruire un’isola di pace.

Ci dichiariamo contro il governo statunitense, perché siamo contro le guerre imperialistiche. Siamo anche contro i partiti (dal pdl al pd, passando per l’mpa) che negli anni, hanno permesso la costruzione del muos. Siamo anche contro le trivellazioni, di terra di mare, e diciamo no ad una Sicilia, sfruttata e sventrata, che appaghi biechi interessi e non tuteli il suo ambiente. Per le ragioni di questa nostra analisi non possiamo che essere anche anticapitalisti.

Riteniamo infatti che solo dall’abbattimento del capitalismo può risorgere una società senza guerre, senza muos, senza devastazioni ambientali.

Per queste ragioni invitiamo i cittadini, le associazioni, i movimenti, i partiti a costruire insieme a noi il comitato no muos ipparino. Un comitato che vogliamo sia pacifista e democratico, antifascista e anticapitalista, auto-finanziato e obbligato ad instaurare un rapporto paritario e indipendente con le istituzioni.

I portavoce del movimento saranno democraticamente scelti dall’assemblea e saranno revocabili in qualsiasi momento dall’assemblea stessa. I portavoce eletti democraticamente dalla prima assemblea costituente del comitato no muos ipparino sono Andrea Gentile, Rui Matias e Luca Sgarlata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.