Evidenza

La Provincia di Ragusa si libererà del commissario? Adesso è molto probabile

L’Ente Provincia di Ragusa è, da mesi, commissariato. Cosa accadrà ora che il decreto che riorganizzava le province italiane non sarà convertito in legge. Ieri, nella seduta della commissione Affari, il ministro per i Rapporti con il Parlamento Piero Giarda, il ministro della Pubblica amministrazione Filippo Patroni Griffi e il sottosegretario Antonio Maraschini hanno preso atto della quantità di emendamenti e subemendamenti presentati al provvedimento e hanno ritenuto che non fosse possibile approdare in aula martedì pomeriggio come stabilito dal calendario del Senato. «Il destino di questi mesi è di perdere occasioni importanti – ha commentato Vizzini – è stato fatto uno sforzo per trovare le condizioni complessive per approvare questo provvedimento atteso ma non è andato a buon fine». «Il governo – ha commentato Patroni Griffi – ha fatto quello che poteva. Oggi ha preso atto della situazione». A questo punto sarà necessario probabilmente escogitare una norma che coordini le disposizioni sulle province previste dal decreto salva Italia e dalla spending review. Ma sulla possibilità che questa norma sia inserita nella legge di stabilità Patroni Griffi non risponde: «Probabilmente ci sarà qualche intervento del governo ma ora non so rispondere». In Sicilia, è bene ricordare, che il destino delle Province segue un iter diverso, perché rientra tra le prerogative che l’autonomia attribuisce alla stessa Regione. E’ chiaro, però, che la scelta nazionale è indicativa. Il Presidente Crocetta, a questo proposito, aveva già parlato di un sostanziale mantenimento con un drastico taglio dei costi. Tutto questo fa pensare che presto anche per la Provincia non ci sarà più un commissario ma una guida politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.