Attualità

Inizia una nuova era all’Ars. Tagli alle buste paga del personale del Parlamento, stop ai deputati assenteisti e ‘pianisti’

Chiusura della sede catanese dell’Assemblea regionale siciliana. Stop agli uffici distaccati del capoluogo etneo e di Palermo. ‘Saracinesca’ abbassata per la storica barberia di palazzo dei Normanni. La sedicesima legislatura si apre con una nuova stretta ai costi dell’Ars, sancita oggi anche nel corso della prima riunione dell’Ufficio di presidenza convocato dal presidente Giovanni Ardizzone. Previsti pure tagli alle buste paga del personale del Parlamento. Ad essere colpite, in particolare le indennita’ di funzione accessorie. “C’e’ un’intesa con gli uffici – conferma Ardizzone – affinche’ si raggiunga un efficace contenimento della spesa, soprattutto sul fronte dei costi del personale e con particolare rilievo all’incidenza delle indennita’ di funzione dei dipendenti”. Assestato un colpo anche ai deputati assenteisti e ‘pianisti’, con l’introduzione delle tessere per la rilevazione elettronica delle presenze, al posto del registro cartaceo, da utilizzare anche per le operazioni di voto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.