Attualità

Modica, il Polocommerciale invaso da macerie!

Ancora danni alle rotatorie, che si presentano in un’atmosfera natalizia, con macerie e verde deturpato. Con un tono di amarezza e delusione il Polocommerciale di Modica ha visto, ieri mattina, l’ennesima invasione di operai e pale meccaniche all’interno delle rotatorie di Bruno e di Treppiedi. “A pochi giorni dal Natale – spiega il Presidente Giovanni Pisana – non ci aspettavamo certo interventi di completamento dei lavori del Contratto di Quartiere. Ci aspettavamo, invece, da parte dell’amministrazione o dell’assessore ai Lavori Pubblici, una comunicazione che ci avvisasse che i lavori sarebbero ripresi. Abbiamo scoperto per caso che gli interventi riguardano l’installazione delle torri faro nelle due rotatorie, senza dubbio necessarie, ma se poi devono rimanere spente, come l’impianto di illuminazione del tratto completato, forse tale intervento si poteva slittare finite le festività”. Il Consorzio Polocommerciale avrebbe di certo gradito un maggiore coinvolgimento da parte dell’amministrazione comunale, come più volte richiesto. “Se qualcuno ci avesse avvisato – continua Giovanni Pisana – forse avremmo valutato, nell’interesse collettivo, la possibilità di concordare una data, ritenendo che tale intervento si poteva posticipare a gennaio, senza intaccare il periodo natalizio. Avremmo evitato di presentarci alla città e ai visitatori con cumuli di macerie e un verde che con sacrifici cerchiamo di mantenere vivo”. Il Polocommerciale, da oltre dieci anni, ha in gestione la cura del verde di tutti gli spazi che insistono sull’area e con grande sacrificio e dedizione, soprattutto in questo momento di difficoltà economiche, non si è sottratto al suo dovere, nell’interesse di un bene che dovrebbe essere di tutti, ma che forse interessa a pochi. Lo scorso giugno i rappresentanti del Polocommerciale avevano incontrato il Sindaco Antonello Buscema, l’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Sammito e l’assessore al Verde Giovanni Spadaro, per avere risposte in merito al completamento dei lavori del Contratto di Quartiere, del ripristino delle aree danneggiate dall’impresa appaltatrice e cosa ne sarebbe stato del secondo tratto della ex SS 115. “Entro pochi – era stato detto – risolveremo tutto”. Sono passati giorni, settimane e mesi di silenzio. Ieri questo bel regalo di Natale anticipato. Purtroppo non ben confezionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.