Attualità

Crocetta proroga i precari al 31/7, e dice: “Saranno produttivi”

La giunta siciliana ha approvato un disegno di legge in materia di personale, in riferimento alla proroga dei 25 mila precari di Regione ed enti locali. Lo hanno reso noto oggi il governatore Rosario Crocetta e l’assessore al Bilancio Luca Bianchi. La proroga e’ fino al prossimo 31 luglio. “Abbiamo previsto – spiega Bianchi – un allineamento alla norma nazionale che prevede la proroga fino al 31 luglio. Si tratta di garantire l’intero comparto dei precari della Regione in una fase di tensione sociale”. L’obiettivo e’ “ridurre l’impatto finanziario in bilancio con il reperimento di fonti alternative di finanziamento”. E’ previsto, ad esempio, l’utilizzo dei precari nell’ambito delle ordinanze del settore della protezione civile, “compatibilmente alle mansioni”. Oppure, nei bandi di gara si impone ai fornitori di prevedere che il 20% di personale da utilizzare per espletare l’appalto sia attinto dal bacino. “Introduciamo il concetto di precario produttivo e che puo’ avere un lavoro ‘normale'”, commenta Crocetta.  Sara’ creata una lista organica e razionale dei precari della Regione e degli enti locali, indicando le mansioni. Entro il 28 febbraio, ha detto Bianchi, i dirigente regionali che coordinano i precari dovranno definire un piano di riduzione ed efficienza della spesa. che preveda una riduzione del 20% dei costi, attraverso forme di razionalizzazione e di utilizzo dei fondi europei. Possibile l’utilizzo del personale, ha poi detto Crocetta, in stage formativi nelle aziende che potranno durare tre anni, a carico della formazione. I lavoratori potranno essere assunti dai privati che opereranno con chiamate dirette. “Faremo un accordo con Confindustria e le altre associazioni datoriali”, ha annunciato il governatore che ha parlato di un processo di “esternalizzazione temporanea”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.