Evidenza

Tremano gli enti di formazione: verifica ispettiva anche a Ragusa

Una verifica ispettiva in tutti gli enti di formazione, compresi quelli della Provincia di Ragusa, che hanno beneficiato di risorse della Regione siciliana riferito al piano formativo del 2011. L’ha disposta l’assessore alla Formazione del governo Crocetta, la 29enne Nelli Scilabra (foto in evidenza). La direttiva parte dal caso di un ente, lo Ial Sicilia, che avrebbe ricevuto 20 milioni di euro per il pagamento dei personale: “Non si comprende allora perche’ i lavoratori non abbiano percepito lo stipendio. Compiute le verifiche non esiteremo a contestare l’addebito”. Scilabra ha cosi’ stabilito nei confronti dell’ente un’ispezione “al fine – recita la direttiva – di accertare il corretto utilizzo da parte dello stesso delle risorse assegnate con vincolo di destinazione, il rispetto delle norme di legge e dei contratti di lavoro, nonche’ la sussistenza di eventuali profili di responsabilita’”. Assicura l’esponente di giunta: “Andiamo avanti su questa linea e assicuro che non ci saranno sconti per nessuno, il sistema della formazione professionale in Sicilia va radicalmente riformato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.