Politica

Il bilancio di Pozzallo ottiene parere sfavorevole

Un regalo poco gradito per la città di Pozzallo sotto l’albero. A pochi giorni dalla fine dell’anno arriva infatti un parere sfavorevole al bilancio di previsione del 2012 dal collegio dei revisori dei conti. Parere che il collegio ha rilasciato lo scorso 21 dicembre ma che è stato comunicato alla civica assise nella seduta consiliare del 23 dicembre dal presidente Gianluca Floridia. “Il preventivo arriverà in aula il prossimo 28 dicembre – ha letto Floridia- ma questo è lo stato attuale e ho ritenuto giusto per trasparenza anticiparlo.” Un parere negativo condizionato alla formulazione da parte dei dirigenti del finanziario di una proposta di emendamento, con una serie di documenti necessari, per rimodellare la previsione di bilancio. Un parere negativo al preventivo 2012, dopo mesi e mesi, che in pratica potrebbe mutare a chiusura d’anno grazie non si comprende a quali documenti o quali azioni riparatrici. Con forti colpe addossate ai dirigenti. E gli animi si sono accesi. Così nella seduta del 23, dopo la veloce surroga del consigliere Domenico Giudice della lista civica Il Timone, che sostituisce l’espulso Asta, la civica assise in una atmosfera attonita ha accolto la notizia. E forti critiche sono arrivate proprio dalla maggioranza, a questo punto non molto compatta. Duro infatti l’attacco al sindaco Ammatuna, quale assessore al bilancio, da parte della consigliere Psi Ninella Azzarelli in merito al bilancio di previsione 2012. “Gli uffici si sono messi al lavoro solo ora- ha sottolineato il sindaco Ammatuna- dopo il verbale del collegio. Ma non è possibile che i dirigenti rincorsi dal sindaco, dagli esperti per cercare di fare in tempo utile il bilancio hanno risposto sempre picché, ci hanno fatto penare. Non hanno dato tutte le carte possibili. Si dice che il dirigente Bottaro non aveva capito che doveva farlo. Io sono mortificato per loro, l’amministrazione e la maggioranza si impegnano ma gli uffici non rispondono.” Ma le giustificazioni non sono piaciute alla Azzarelli che, alzando la voce, con una interrogazione urgente ha chiesto chiarimenti in merito alla mancata produzione documentale da parte degli organi deputati per mettere il collegio dei revisori nella condizione di esprimere i dovuti pareri. E ora si attende la seduta del 28.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.