Attualità

La Regione Siciliana sostiene chi assume badanti

Sono sempre di più che si affidano ai servizi di badanti spesso provenienti dai paesi dell’Est, che in Italia cercano un’occupazione redditizia. La Regione siciliana, A questo proposito, ha pubblicato un bando per l’erogazione di “Voucher di servizio finalizzati all’abbattimento dei costi dei servizi domiciliari alla persona”. Il contributo è diretto alla riduzione dei costi dei servizi di assistenza alla persona, mediante rimborso alla famiglia-datrice di lavoro, dei contributi assistenziali e previdenziali versati per l’assunzione di soggetto con funzioni di colf, badante, assistente familiare qualificato/a. I destinati degli interventi sono soggetti in condizione di disagio o a rischio di esclusione; soggetti vittime di discriminazione nell’accesso all’occupazione e alla formazione; genitori con responsabilità di cura ed assistenza; donne vittime di violenza con figli minori. Si tratta, in particolare, di persone disoccupate, inoccupate o occupate, residenti in Sicilia, impegnate nella gestione di situazioni di cura nei confronti di parenti sino al terzo grado, che siano anziani non autosufficienti, disabili, malati cronici non autosufficienti o malati terminali, e figli minori di 12 anni compiuti. Per potere beneficiare del voucher dì servizio, è condizione indispensabile la stipula di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato per almeno 12 mesi, per colf, badante, o assistente familiare, anche in data antecedente alla pubblicazione del presente avviso e successivamente al 14 febbraio 2012, purché il lavoratore o la lavoratrice abbia concluso un percorso di politica attiva per il lavoro attestato da agenzie di intermediazione aderenti al Programma ASSAP. I destinatari, inoltre, devono avere un reddito familiare annuo non superiore ad € 30.000,00, calcolati sulla base dell’attestazione ISEE mediante dichiarazione certificata dagli Uffici abilitati, in corso di validità all’atto della presentazione della richiesta di voucher.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.