Attualità Ragusa

Ragusa, la “protesta” per l’acqua

Il Movimento Città esprime soddisfazione per la manifestazione che ha visto coinvolte centinaia di cittadini per manifestare contro la discutibile gestione della crisi idrica che da diverse settimane ha lasciato intere zone della città prive di acqua; tale crisi idrica aveva avuto come ultima (?) ‘ciliegina sulla torta’ l’ordinanza del Commissario Straordinario con la quale si prevede dal 2 aprile l’immissione di acqua NON POTABILE in TUTTA la rete idrica cittadina.Il corteo si è mosso da piazza libertà in direzione Comune e Prefettura, senza disagi così come si addice ad una protesta assolutamente civile.Giunti in Prefettura una delegazione è stata ricevuta.Il Movimento Città, ringraziando innanzitutto S.E. il Prefetto per la disponibilità e l’attenzione, si dichiara parzialmente soddisfatto da quanto emerso dall’interlocuzione; il Prefetto ha inteso da un lato rassicurare la cittadinanza in quanto sono in attuazione misure che dovrebbero ripristinare la normale erogazione in tempi ragionevoli portando l’ordinanza ad una ‘non esecuzione’; dall’altro si è impegnato ad assicurare un numero sufficiente di autobotti che possano, nelle more della risoluzione della crisi idrica, rifornire di acqua tutti quei cittadini che stanno realmente subendo enormi disagi. Il Movimento Città vigilerà affinchè nei primissimi giorni della prossima settimana venga ripristinata una adeguata consegna dell’acqua mediante autobotti, e contemporaneamente vigilerà anche sulla ‘non esecuzione’ della citata ordinanza che, qualora portata in attuazione, metterebbe letteralmente in ginocchio non solo i cittadini, ma anche gli esercenti del settore alimentare e di ristorazione i quali, privi di acqua potabile, sarebbero privi di poter lavorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.