Cronaca Vittoria

Riduzione in schiavitù, arresti a Vittoria

Tre romeni sono stati arrestati dai carabinieri di Vittoria, con l’acusa di riduzione in schiavitu’ e violenza privata in concorso. Vittime quattro loro connazionali, convinti un mese fa, con la promessa di un buon posto di lavoro, a raggiungerli in Sicilia e poi costretti a lavorare come braccianti dall’alba al tramonto in un’azienda agricola di Scoglitti. La scorsa notte, i quattro avevano deciso di fuggire dalla casupola di legno dove li avevano sistemati i loro aguzzini, e sono stati notati dai carabinieri che li hanno fermati per un controllo e hanno cosi’ appreso la vicenda. E’ scattato cosi’ l’arresto per Vasile Ionut Monteanu, 21 anni, Vasile Stoian, 51 anni, e Dumitru Razvan Murariu, 24 anni. Secondo l’accusa, i tre effettuavano turni di guardia per evitare che i lavoratori si allontanassero, e in alcuni casi hanno picchiato che non rispettava le direttive e rendeva poco. Alle vittime erano stati sottratti i documenti d’identita’, e veniva trattenuta una parte della loro retribuzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.