Politica

L’assessore Bianchi a Roma per riportare in Sicilia le imposte

 Luca Bianchi è a Roma per una serie di incontri con i tecnici del ministero, che dovranno mettere a punto la norma che permetterà l’utilizzo dei fondi Fas per finanziare il trasporto pubblico locale e i collegamenti marittimi con le isole minori, concordata col ministro Fabrizio Barca. Si tratta di circa 300 milioni di euro, che permetteranno al governo di liberare risorse dal bilancio della Regione. Sarebbe vicino inoltre , l’accordo tra Stato e Regione per l’applicazione dell’art.37 dello statuto speciale, in base al quale spettano alla Sicilia le imposte pagate dalle imprese con stabilimenti nell’isola ma sede legale altrove.
In base all’accordo, in fase di definizione, per il primo anno ci sarà un sorta di compensazione tra le imposte, incassate dallo Stato ma che saranno girate alla Regione, e i trasferimenti statali, in modo da non appesantire le casse di Roma, in una fase difficile per il bilancio pubblico.Ecco cosa prevede l’art. 37 dello statuto: “Per le imprese industriali e commerciali, che hanno la sede centrale fuori del territorio della Regione, ma che in essa hanno stabilimenti ed impianti, nell’accertamento dei redditi viene determinata la quota del reddito da attribuire agli stabilimenti ed impianti medesimi. L’imposta, relativa a detta quota, compete alla Regione ed è riscossa dagli organi di riscossione della medesima”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.