Politica

A Modica Carpentieri sostenuto da Territorio corre “solo” e non segue la linea regionale

“A Modica, come a Ragusa e ad Acate, correremo da soli in vista delle prossime elezioni amministrative. Dopo la affollatissima riunione con gli amici di Territorio di ieri sera, alla presenza di Nello Di Pasquale e Michele Sbezzi, riteniamo a maggior ragione che il centrosinistra di Modica – afferma Mommo Carpentieri, candidato a sindaco di Modica, sostenuto da tre liste civiche e da Territorio -, ed in particolare il Partito Democratico, abbia preferito tutelare piccole porzioni di potere, non aprendosi alla realtà di oggi. Già a Palermo, la coalizione che appoggia il Governatore Crocetta, è dinamica e pronta a dialogare con tutte le forze politiche di buon senso, che hanno come unico obiettivo la voglia di spendersi per i problemi della nostra terra. Anche a Modica avremmo voluto realizzare ciò, ed è per tale ragione, che ci saremmo scommessi in Primarie aperte. Difendere il proprio orticello non giova a nessuno. La politica sta radicalmente cambiando ed è per tale ragione che riteniamo di rigettare al mittente l’accusa di voler creare un semplice cartello elettorale. Noi stiamo lavorando per la nostra città e per ridare speranza nel domani, proprio quella speranza che oggi manca. I nostri concittadini sono stati mortificati in questo quinquennio di amministrazione Buscema, gli imprenditori spesso costretti a cambiare aria (il caso di Valerio Molinari ne è un esempio), le piccole e medie imprese osteggiate (il caso della zona artigianale), il centro storico sta agonizzando e nessuna prospettiva di cambiamento è stata proposta. Proprio così, in un momento in cui mancano alle famiglie i soldi per fare la spesa ed arrivare a fine mese, anche i Servizi Cimiteriali sono stati privatizzati in maniera scellerata. Cinque anni fa Buscema ed MpA, alleati dal primo giorno di questa legislatura, si erano proposti con lo slogan delle “mani sicure”; a distanza di cinque anni i modicani sono rimasti a “mani vuote”. È per tale ragione che avremmo voluto cercare di innovare un progetto politico, ma è mancato il coraggio di andare oltre Buscema ed MpA. Oggi il centrosinistra ed i suoi falsi moralisti, combatteranno una battaglia di “posizione”, dimenticando ancora una volta la città reale. Proprio in continuazione di questo asse: Buscema – MpA. A questo punto riteniamo che sia molto più coerente la posizione di “Libera Modica”, che si pone come alternativa a questa esperienza, mentre non capiamo, ad esempio, la posizione di SeL che fino a ieri si mostrava intransigente rispetto a questa linea politica, targata Buscema – MpA. Per noi quindi – conclude Mommo Carpentieri – non cambia niente, abbiamo Modica nel cuore e continueremo a lavorare per rendere la nostra Città grande di nuovo. Lo faremo con la mente rivolta al domani, archiviando un passato che si è commentato da sé. Continueremo a dialogare con tutte quelle forze civiche e politiche che abbiano questo solo fine, non inseguendo posizioni di potere e con coraggio. Porteremo a conoscenza dei cittadini, una volta per tutte, i nostri principali punti programmatici in occasione di una conferenza stampa che convocheremo per l’inizio della prossima settimana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.